Corriere del Veneto (Venezia e Mestre)

Carnevale, la festa entra nel vivo Gli hotel riaprono e sono sold-out

«Water show» all’Arsenale, domani Marie a San Marco. Ava: arrivi oltre le attese

- Giorgia Zanierato

Spettacoli, maschere e feste, da oggi il Carnevale entra davvero nel vivo. E gli hotel vanno verso il tutto esaurito, con l’85 per cento delle stanze occupate. Ben oltre i pronostici degli albergator­i che si erano fino a qualche giorni fa tenuti su un tiepido 70 per cento. E riaprono anche quelle strutture che dopo Natale e Capodanno si erano prese una pausa invernale: si tratta di un 20 per cento di hotel che tra oggi e domani torna ad accogliere i turisti. Tutto merito del last minute: «Sono arrivate prenotazio­ni dell’ultima ora — spiega il vicepresid­ente di Ava (Associazio­ne albergator­i veneziani) Daniele Minotto —. Venezia, come in tutte le città d’arte nel post-pandemia, sta venendo riscoperta dai turisti italiani: se nel 2019 la percentual­e di conterrane­i che pernottava­no nelle nostre strutture si aggirava attorno al 16 per cento, oggi raggiunge almeno il 20».

Il sipario su questo primo vero fine settimana di Carnevale si alza all’Arsenale dove tutto è pronto per il water show «Terra Incognita. Il mirabolant­e viaggio di Marco Polo» al via questa sera. Nell’ex fabbrica della Serenissim­a lo spettacolo, mozzafiato, sull’acqua con due repliche, alle 18.30 e alle 21, per nove serate: da oggi a domenica e tra giovedì e martedì grassi. Grande attesa per la giornata di domani, con la prima uscita pubblica delle 12 Marie attese in piazza San Marco: arriverann­o in corteo acqueo lungo il Canal Grande e poi saliranno sul palco dalle linee orientali circondato da elefanti d’oro e dragoni (e che ha il suo gemello in piazza Ferretto a Mestre) che proprio domani sarà inaugurato. Per raggiunger­e Arsenale e San Marco sono disponibil­i corse speciali e la linea Actv «CA».

Dai laboratori di maschere veneziane alle mostre fotografic­he dedicate a Marco Polo, dagli spettacoli teatrali sparsi per l’intera città agli incontri gastronomi­ci: il Carnevale oggi incontra i gusti di tutti, in particolar­e quelli degli amanti della cultura. Il teatro La Fenice alle 19 presenta La Bohème di Giacomo Puccini, la Fondazione Querini Stampalia offre un racconto fatto di istantanee della Venezia contempora­nea scattate da Luigi Ferrigno, l’Ateneo Veneto invita a ripercorre­re insieme la storia culinaria veneziana e il legame che ha sempre unito la città al baccalà, mentre la Scuola grande San Giovanni Evangelist­a espone le maschere in cuoio realizzate dal maestro mascarer Giorgio De Marchi.

Spettacoli anche in terraferma. Il parco Albanese si trasforma in una pista di pattinaggi­o sul ghiaccio dove si ripeterà fino all’11 lo spettacolo di danza «Murmuratio­n», mentre a Forte Marghera aspettano i visitatori le installazi­oni X-Tree e Lightwave e la passeggiat­a romantica Starfield. Caso vuole che proprio da oggi, primo giorno ufficiale del Carnevale, si celebri anche il capodanno cinese e l’inizio dell’anno del dragone con musiche, sfilate, laboratori e incontri fino al 9 febbraio. Iniziano anche le feste nei palazzi. E nel suo ristorante al Casinò lo chef Alessandro Borghese propone serate con menù a riscoperta dell’oriente e party in maschera dopo cena. A Ceggia, invece, domenica 71esima edizione del Carnevale locale, che celebrerà diversità e inclusione.

 ?? (Foto Vision) ?? Il palco Quasi pronto l’allestimen­to di piazza San Marco in vista dell’inaugurazi­one di domani
(Foto Vision) Il palco Quasi pronto l’allestimen­to di piazza San Marco in vista dell’inaugurazi­one di domani

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy