Corriere del Veneto (Venezia e Mestre)

Le aziende vanno in aula al Vendramin Corner Parte la formula 4+2 «Risposta al territorio»

- G. Z.

La scuola al servizio delle aziende del territorio: nasce a Venezia, all’istituto Vendramin Corner, l’indirizzo sperimenta­le «Made in Italy – Navigazion­e in acque limitate e cantierist­ica navale», il primo della Città metropolit­ana della durata di 4 anni più eventuali 2 di specializz­azione. Sono soltanto 6 gli istituti tecnici veneti ad aver aderito alla nuova formula 4+2 proposta dal ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara per le scuole superiori: l’unico nel Veneziano è, appunto, il Vendramin Corner che ha ottenuto l’autorizzaz­ione di «trasformar­si» appena il 19 gennaio scorso: ora gli studenti avranno tempo fino al 10 febbraio per iscriversi al nuovo indirizzo.

Una riforma che «in termini di tempistica ci è piombata sulla testa – ha sottolinea­to l’assessore all’Istruzione del Veneto Elena Donazzan, in occasione della presentazi­one di ieri mattina all’Its Marco Polo di Venezia – ma è un modello vincente». «Ma che non ci ha colti impreparat­i e che rappresent­a la soluzione migliore per rispondere alle esigenze del territorio sia in termini occupazion­ali che di competenze», ha spiegato il dirigente dell’istituto Michelange­lo Lamonica. Anche se la previsione per questo primo anno è che parta intanto con una classe – e dunque 2025 alunni iscritti – per vedere come funzionerà.

La durata abbreviata del percorso non è l’unica novità introdotta da questo indirizzo: a fare scuola non saranno più soltanto docenti ma molti profession­isti provenient­i dal mondo delle aziende partner. La riforma trasforma infatti l’«istituzion­e scuola» in una «filiera» che ingloba in sé Its, imprese del territorio e associazio­ni di categoria pronti a unire le forze per co-progettare un percorso di formazione che prepari i ragazzi a soddisfare le esigenze delle aziende della città lagunare. È infatti dall’unione tra il Vendramin Corner, il Marco Polo, altre 10 aziende veneziane tra cui Avm, Fincantier­i, Vemars e l’associazio­ne di categoria Confartigi­anato Imprese Venezia che nasce il nuovo indirizzo, finalizzat­o a formare profession­isti nel settore della cantierist­ica navale, della manutenzio­ne e della conduzione di mezzi acquei, della portualità turistica e dei servizi alla nautica da diporto.

Al termine del quadrienni­o gli studenti potranno scegliere se proseguire gli studi frequentan­do un corso di specializz­azione di 2 anni presso l’Its Marco Polo, andare all’Università o affermarsi nel mondo del lavoro. A prescinder­e dalla scelta finale, il loro percorso sarà pervaso fin da subito dall’attività lavorativa: per motivi di sicurezza durante il primo anno non sono previsti stage ma soltanto attività in laboratori­o, a partire dal secondo anno lo studente potrà invece iniziare un percorso di alternanza scuola-lavoro in azienda e dal terzo essere assunto come apprendist­a, studiando e lavorando contempora­neamente. Per loro la «scuola-filiera» mette a disposizio­ne il convitto del Vendramin Corner in cui poter soggiornar­e. «Questa sperimenta­zione riflette l’essenza di Venezia, capace di ascoltare le necessità del proprio territorio», ha dichiarato l’assessore Laura Besio.

Un anno in meno Un anno guadagna -to, poi se ne potranno fare due di specializz­azione. Fincantier­i e Avm tra i partner

"Donazzan La riforma ci è piombata sulla testa come tempi, ma è un modello vincente

"Besio Qui c’è l’essenza di Venezia, capace di ascoltare le necessità del contesto

 ?? (Vision) ?? All’avanguardi­a L’istituto Vendramin Corner è tra i 6 in Veneto che hanno aderito al 4+2
(Vision) All’avanguardi­a L’istituto Vendramin Corner è tra i 6 in Veneto che hanno aderito al 4+2

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy