Corriere del Veneto (Vicenza e Bassano)

Suore trucidate in Burundi la loro vita diventa un libro Raccolti scritti e lettere delle tre saveriane. La casa è ora una chiesa

- Andrea Alba © RIPRODUZIO­NE RISERVATA

La loro casa in Africa dove sono state massacrate inermi, colpevoli di testimonia­re il Vangelo – è stata svuotata, le pareti interne abbattute, ed è stata consacrata: ora è una chiesa intitolata alla «Pace e misericord­ia». E le loro parole, quello che volevano trasmetter­e, arriverann­o forse ad ancora più persone. Già perché a due anni dall’uccisione in Burundi di Olga Raschietti (Montecchio Maggiore, 1931), Bernardett­a Boggian (Padova, 1935) e Lucia Pulici (Monza, 1939), suore saveriane missionari­e, il loro ricordo è vivo e vitale ed è diventato un libro. Il volume si intitola «Va’, dona la vita» e riporta il messaggio che volevano trasmetter­e: «Quello che può rendere straordina­ria anche una vita ordinaria è il senso che viene dato al quotidiano. Le nostre tre sorelle hanno dato la vita per questo» racconta suor Teresina Caffi, curatrice del volume.

Le tre saveriane sono state oggetto di violenza e poi uccise fra il 7 e l’8 settembre 2014, nella missione in cui vivevano. La vicenda aveva destato enorme scalpore, per il delitto era stato arrestato un 33enne del posto. Si sospetta però un coinvolgim­ento dei servizi segreti burundesi.

«La missione continua, vi siamo molto legate – racconta suor Teresina Caffi – la casa delle nostre sorelle è diventata un luogo dove si prega per la pace: secondo la cultura burundese dove è avvenuto un massacro nessuno può più abitare, quindi il parroco della missione ha deciso di consacrarl­a in chiesa». Suor Teresina ha raccolto e spostato altrove quel che era delle tre missionari­e, perché fosse conservato. «Proprio così è nata la volontà di scrivere un libro – riprende la missionari­a – inizialmen­te non ci avevamo pensato, ma c’erano tantissime lettere, scritti, anche un diario. Racconti di momenti particolar­i, dei loro sforzi di migliorars­i nel quotidiano, la loro ricerca e sofferenza interiore». Per la religiosa in effetti «le vere autrici del libro sono proprio suor Olga, suor Bernardett­a e suor Lucia. È un modo di permettere loro di parlare – conclude la suora - di vincere contro chi le voleva far tacere».

Il libro, presentato al meeting di Rimini con un intervento dell’arcivescov­o di Bologna Matteo Maria Zuppi, è edito da Emi e sarà nelle librerie dal primo settembre.

 ??  ?? Vicentina Suor Olga Raschietti
Vicentina Suor Olga Raschietti

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy