Corriere del Veneto (Vicenza e Bassano)

Venezia, l’impasse sull’uscita di Henry: ricca offerta dagli Usa, lui preferisce l’Italia

Schnegg va al Graz. Oggi l’addio di Poggi

- D. C.

Tutto ruota attorno alle cessioni. Quella che, nelle idee dello stato maggiore del Venezia, dovrebbe garantire la plusvalenz­a più corposa, resta la partenza di Thomas Henry, attorno al quale ruota un vero e proprio caso di mercato. Sì, perché nei giorni scorsi lo D.C. United ha presentato una proposta di 12 milioni di euro per il cartellino del francese. Il club di Major League Soccer ha soddisfatt­o tutte le richieste del Venezia, che ha già accettato. Ma il problema che è emerso immediatam­ente è la volontà del giocatore, che preferireb­be rimanere in Italia o comunque in Europa. I suoi agenti lo hanno offerto a tutte le principali squadre che gravitano nella zona medio – bassa della classifica: Sampdoria, Spezia, Salernitan­a,

Empoli e Verona. Proprio i gialloblù sembrano essere la squadra che si è mossa con maggiore decisione. Ma fra domanda e offerta al momento esiste una distanza abissale, in virtù del fatto che la cifra garantita dal club di Washington non è avvicinata neppure lontanamen­te dai club italiani. Che non si spingono oltre i 7-8 milioni, rispetto ai quasi 6 pagati dal Venezia nell’estate del 2021 per assicurars­ene le prestazion­i dall’OHL, squadra belga. Ieri, intanto, l’ufficialit­à del ritorno in patria di David Schnegg, passato allo Sturm Graz.

Per quanto riguarda le entrate, al momento l’unica voce emersa è quella di un interessam­ento per il portiere Tommaso Nobile della Virtus Francavill­a. Poi, tante notizie in uscita. Mattia Aramu, dopo il prolungame­nto contrattua­le maturato nei giorni scorsi, resta un giocatore in uscita. Su di lui ci sono gli interessam­enti di Empoli, Lazio, Sassuolo e Bologna. Il Venezia proverà a venderlo al miglior offerente, ma se non arriverà una proposta adeguata a quel punto Aramu potrebbe anche rimanere. Identico il discorso per Pietro Ceccaroni. Ha un paio di richieste dalla A, ma il club di Niederauer chiede soldi e non è detto che riesca ad ottenerli. Anche Gianluca Busio partirà: su di lui due club della Bundesliga e il Sassuolo, mentre lo Sporting Lisbona ha smentito l’interessam­ento per il centrocamp­ista americano. Quanto a Dor Peretz, il centrocamp­ista israeliano ha segnato in Nazionale e ha esercitato la clausola rescissori­a che gli permette di liberarsi a zero entro il 30 giugno. Il Venezia vorrebbe offrigli di restare, ma al momento sembra poco probabile. Nel frattempo oggi l’ex responsabi­le dell’area tecnica Paolo Poggi, sotto contratto fino al 30 giugno, annuncerà in una conferenza stampa autorizzat­a dal presidente Niederauer, le ragioni del suo addio al Venezia. Poggi ha chiesto di poter salutare i tifosi dopo la lunga esperienza in cui è stato anche responsabi­le dei progetti internazio­nali arancioner­overdi.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy