Corriere del Veneto (Vicenza e Bassano)

A Vicenza il 25% degli evasori totali

I numeri della Finanza: in provincia anche la metà degli arresti. Caro-benzina, 7 multe

- Centin

VICENZA Cento su 397 in tutto il Veneto: sono gli evasori totali scovati a Vicenza dalla guardia di finanza, il 25% del totale. Mentre nella provincia berica si concentra la metà degli arresti. Sono alcuni dei numeri contenuti nel bilancio annuale delle fiamme gialle, che oggi fes teggi ano il 248esimo anniversar­io della fondazione. Quanto al caro carburanti, sono sette - finora - le stazioni di servizio multate dopo le segnalazio­ni ricevute dai cittadini.

VICENZA Un quarto degli evasori totali veneti stanati nel Vicentino (un centinaio su 397), metà circa degli arresti per reati fiscali a livello regionale effettuati nella nostra provincia (22 su 47) e ancora 50 milioni circa di beni sequestrat­i su un totale di 105 a livello regionale. Basterebbe­ro solo questi pochi dati per dare una fotografia del lavoro svolto da gennaio 2021 a maggio 2022 dalla guardia di finanza berica. Questa mattina nella caserma Pumpo di Vicenza, sede del comando provincial­e, si terrà la cerimonia per il 248esiamo anniversar­io di fondazione del corpo, alla presenza delle autorità locali. Ricorrono tra l’altro gli ottocento anni dalla fondazione dello straordina­rio complesso monumental­e di San Tomaso in Berga, sede delle fiamme gialle vicentine, la caserma della guardia di finanza più antica d’Italia.

Nell’occasione delle celebrazio­ni saranno diffusi dati e numeri eloquenti di un impegno quotidiano e a 360 gradi dei militari, a tutela di famiglie e imprese, per arginare i più gravi e diffusi fenomeni di illegalità tributaria e per tutelare l’economia legale dall’illecita concorrenz­a dei frodatori del fisco e grandi evasori. E ancora a sostegno delle prospettiv­e di rilancio e di sviluppo del Paese. Insomma, un’attività che varia in diversi ambiti, con risultati che sono sotto gli occhi di tutti, a partire dai dati relativi agli interventi e alle indagini condotte, dai denunciati (480 su 2100 a livello Veneto) ai sequestri portati a termine.

E non manca la collaboraz­ione con i cittadini. Di recente sono diverse le chiamate effettuate al numero di pubblica utilità 117 da parte di automobili­sti che segnalano divergenze di prezzo del carburante in alcune aree di servizio, e cioè tra quanto riportato nei tabelloni fronte strada e il prezzo effettuato invece alla pompa. Segnalazio­ni che hanno portato alle relative verifiche da parte dei finanzieri del colonnello Cosmo Virgilio. Sono già sette i distributo­ri che hanno sanzionato nell’arco degli ultimi dieci giorni: aree di servizio di Vicenza, Thiene, Lonigo, Bassano e Marostica. Accertamen­ti vengono fatti anche sulla quantità e qualità dei carburanti.

E verifiche sui prezzi sono effettuate pure in supermerca­ti e negozi di generi alimentari, anche se al momento non sono emerse anomalie o violazioni. Nell’ultimo anno poi la presenza dei militari sul territorio è sempre più massiccia, anche con pattuglie a piedi nei principali centri cittadini di Vicenza e provincia. Da agosto scorso sono state quasi duemila le pattuglie messe in strada, una media di quasi cinque equipaggi al giorno, per un supporto costante che vuole essere dato al cittadino.

 ?? ?? Monumental­e San Tomaso in Berga, sede provincial­e (e più antica d’Italia) della guardia di finanza
Monumental­e San Tomaso in Berga, sede provincial­e (e più antica d’Italia) della guardia di finanza

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy