Lo spor­tel­lo psi­co­lo­gi­co nel­le scuo­le ha già for­ni­to aiu­to a due­cen­to stu­den­ti

Corriere dell Umbria - - Spoleto - Ro­sel­la Sol­fa­ro­li

▶ SPO­LE­TO

Il flus­so è con­ti­nuo e co­stan­te. Se­gnoe­vi­den­te­che il ser­vi­zio è uti­le per mol­ti ra­gaz­zi e le ra­gaz­ze che fre­quen­ta­no due del­le scuo­le su­pe­rio­ri del­la cit­tà in cui è sta­to at­ti­va­to. L'as­so­cia­zio­ne “Il Gi­ra­so­le” ha mes­so in cam­po, or­mai da tre an­ni, uno spor­tel­lo di ascol­to fun­zio­na­le a sup­por­ta­re, gra­zie all’au­si­lio di una psi­co­lo­ga, que­gli stu­den­ti che pa­le­sa­no se­gni di di­sa­gioo­vo­glio­no rac­con­ta­re pro­ble­ma­ti­che con cui so­no ve­nu­ti a con­tat­to. Eli­sa Mon­te­la­ti­ci, psi­co­lo­ga che ac­co­glie i ra­gaz­zi dell'It­cg "Spa­gna" e dell'Itis/Ip­sia fa un con­sun­ti­vo sull'at­ti­vi­tà di que­sti tre an­ni. “Si è la­vo­ra­to su due isti­tu­ti su­pe­rio­ri che com­ples­si­va­men­te con­ta­no una me­dia di cir­ca 600 stu­den­ti pe­ro­gnian­no­sco­la­sti­co - spie­ga - 279 è il nu­me­ro to­ta­le de­gli ac­ces­si, ov­ve­ro sia chi ar­ri­va al­lo spor­tel­lo e fa un col­lo­quio sol­tan­to sia chi faun­mi­ni per­cor­so­di 3/4 in­con­tri. Nel to­ta­le so­no in­clu­si an­che gli adul­ti, ge­ni­to­ri e per­so­na­le. Scor­po­ran­do i da­ti gli stu­den­ti che si so­no ri­vol­ti al ser­vi­zio so­no 263”. All'in­ter­no­di que­sta­ci­fra ci so­no sia ra­gaz­zi o ra­gaz­ze che han­no af­fron­ta­to un pic­co­lo iter (com­po­sto di 3/4 in­con­tri), sia co­lo­ro che han­no fat­to un so­lo col­lo­quio. “Se pro­via­mo a ri­pu­li­re ta­le da­to - pro­se­gue - to­glien­do chi ha fat­to un mi­ni per­cor­so, ot­te­nia­mo un nu­me­ro che si av­vi­ci­na a 200, un 10 per cen­to ab­bon­dan­te del to­ta­le. Que­sto10 per cen­to di stu­den­ti che si so­no ri­vol­ti al­lo spor­tel­lo di­mo­stra che ta­le spa­zio ha un mo­ti­vo di esi­ste­re nel­la scuo­la. Il da­to nu­me­ri­co non è ri­si­bi­le e - ag­giun­ge la psi­co­lo­ga de Il Gi­ra­so­le - ci par­la pro­ba­bil­men­te­diun­bi­so­gno­che i ra­gaz­zi han­no ma­ni­fe­sta­to e che si è riu­sci­ti ad in­ter­cet­ta­re”. Ma c'è un aspet­to che è ap­par­so sin­go­la­re a que­gli ope­ra­to­ri che all'in­ter­no di due­ples­si spo­le­ti­ni svol­go­no at­ti­vi­tà di ascol­to. Ed è che gran­par­te dei ra­gaz­zi­che ac- ce­do­no al ser­vi­zio cu­ra­to dall'as­so­cia­zio­ne “Il Gi­ra­so­le”, in col­la­bo­ra­zio­ne con il Ce­svol, “han­no dif­fi­col­tà re­la­zio­na­li per aver su­bi­to at­ti di­bul­li­smo al­le scuo­le­me­die - spie­ga Eli­sa Mon­te­la­ti­ci, psi­co­lo­ga che ac­co­glie i ra­gaz­zi dell'It­cg "Spa­gna" e dell'Itis/Ip­sia - so­no ra­gaz­zi e ra­gaz­zi, og­gi, mol­to ti­mi­di eche il più del­le vol­te de­ci­do­no spon­ta­nea­men­te di ve­ni­re da noi per cer­ca­re­di su­pe­ra­re la pau­ra del giu­di­zio de­gli al­tri”. Sì, per­ché se­con­do quan­to spie­ga la psi­co­lo­ga i ra­gaz­zi e ra­gaz­ze in que­stio­ne, nel cor­so del­la fre­quen­za al­la scuo­la­me­dia, han­no­su­bi­to sbef­feg­gia­men­ti du­ran­te le in­ter­ro­ga­zio­ni o an­che per­ché, ma­ga­ri, ave­va­no qual­che chi­lo in più. In­som­ma­sep­pur non si trat­ti­di ca­si par­ti­co­lar­men­te ecla­tan­ti cer­te si­tua­zio­ni­pos­so­noa­ve­re ri­ca­du­te so­to il pro­fi­lo psi­co­lo­gi­co. E poi ci so­no an­che ca­si in cui, tut­ti i pro­ble­mi, na­sco­no nell'am­bi­to fa­mi­lia­re. “C'è tut­to uno spac­ca­to di gio­va­ni na­ti in Ita­lia ma­con ge­ni­to­ri stra­nie­ri che vi­vo­no­con­dif­fi­col­tà la ri­gi­di­tà di de­ter­mi­na­te cul­tu­re”, con­clu­de Eli­sa Mon­te­la­ti­ci.

L’Itis/Ip­sia di Spo­le­to E’ una del­le due scuo­le, in­sie­me all’It­gc Spa­gna, do­ve è at­ti­vo lo spor­tel­lo di ascol­to per gli stu­den­ti

Nuo­vo cen­tro di co­mu­ni­tà L’inau­gu­ra­zio­ne ad Aven­di­ta

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.