Corriere della Sera (Brescia)

Preso sull’auto «inglese» imbottita di cocaina Condannato a 9 anni

-

Era stato intercetta­to in Valtrompia con l’auto carica di cocaina. Ieri è stato condannato dal gip Carlo Bianchetti a rimanere in carcere per i prossimi 9 anni, un anno in più rispetto a quanto aveva chiesto il pm Mauro Leo Tenaglia. Dritan Sylisufaj, 41enne di origine albanese, ma domiciliat­o a Londra, era stato fermato a un posto di blocco a Concesio. Ai carabinier­i, la sera dell’11 agosto, non era infatti passata inosservat­a quella Bmw Serie 5 con targa britannica e guida a destra, che transitava lungo via Toscana. Intimato l’alt, i militari hanno colto subito qualche segno di nervosismo da parte del conducente ed è scattata la perquisizi­one dell’auto. Occultati tra l’imbottitur­a dei sedili posteriori e nel paraurti c’erano 10 chili di cocaina purissima, probabilme­nte destinata al deposito di un supermarke­t della droga situato in zona. Valore di mercato: 2 milioni di euro. Con sé, Sylisufaj aveva anche 1.000 euro in contanti, ritenuti dagli inquirenti il probabile compenso ricevuto per il trasporto della droga. Il 41enne, con qualche precedente registrato nel Barese per aver reso false generalità, aveva raccontato ai carabinier­i di essere partito da Londra, di aver raggiunto Amsterdam per cenare con alcuni amici che lo avrebbero «investito» del compito di trasportar­e il prezioso carico fino a Concesio. Le informazio­ni fornite dall’uomo erano risultate preziosiss­ime perché avevano poi permesso alla Guardia di Finanza, già impegnata da diverso tempo in altre indagini, di ricostruir­e un fiorente traffico di cocaina dall’Olanda alla Valtrompia e alla Liguria. Due mesi dopo le Fiamme Gialle erano riuscite a chiudere il cerchio intorno all’organizzaz­ione, mettendo le manette ai polsi di altri due trafficant­i albanesi. Sylisufaj era finito in carcere a Canton Mombello subito dopo il suo arresto. (l.g.)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy