Re­gio­ne pron­ta a da­re più fon­di a bus e me­trò

Bra­ga­glio (Agen­zia Tpl): «Re­gio­ne di­spo­ni­bi­le a ve­nir­ci in­con­tro ed evi­ta­re co­sì ta­gli dram­ma­ti­ci»

Corriere della Sera (Brescia) - - DA PRIMA PAGINA -

Il tra­spor­to pub­bli­co bre­scia­no ri­ce­ve 10,5 mi­lio­ni in me­no di quan­to gli spet­te­reb­be in ba­se al nu­me­ro dei suoi abi­tan­ti: un gap che mol­to pro­ba­bil­men­te ver­rà sa­na­to dal­la Re­gio­ne. Due suoi as­ses­so­ri (Ca­pa­ri­ni e Rol­fi) e di­ver­si con­si­glie­ri han­no pro­mes­so all’Agen­zia del Tpl che i cri­te­ri dei fab­bi­so­gni stan­dard po­treb­be­ro es­se­re ri­vi­sti op­pu­re si po­treb­be pen­sa­re ad un fon­do «spe­cia­le» per evi­ta­re ta­gli fu­tu­ri.

In­te­sa bi­par­ti­san tra agen­zia del Tpl e rap­pre­sen­tan­ti po­li­ti­ci del­la Re­gio­ne sul­la ne­ces­si­tà di da­re al tra­spor­to pub­bli­co bre­scia­no più ri­sor­se di quel­li che og­gi ri­ce­ve. L’obiet­ti­vo è di ave­re 10,5 mi­lio­ni di eu­ro in più l’an­no.

I co­sti dei tra­spor­ti si ri­pa­ga­no so­lo per il 35% con le ta­rif­fe dei bi­gliet­ti, la re­stan­te quo­ta è co­per­ta dal pub­bli­co. La Re­gio­ne di­stri­bui­sce al­le sue pro­vin­ce cir­ca 640 mi­lio­ni l’an­no di con­tri­bu­ti sta­ta­li. Di que­sti il 10,96% van­no al­la no­stra pro­vin­cia, che pe­rò ha il 12,6% del­la po­po­la­zio­ne lom­bar­da. «Ab­bia­mo chie­sto a di­ver­si con­si­glie­ri re­gio­na­li ma an­che agli as­ses­so­ri bre­scia­ni Da­vi­de Ca­pa­ri­ni e Fa­bio Rol­fi che si ri­ve­da­no i cri­te­ri re­gio­na­li dei fab­bi­so­gni stan­dard o che ci pos­sa es­se­re un fon­do spe­cia­le in so­ste­gno del no­stro tra­spor­to pub­bli­co» spie­ga il pre­sie­den­te dell’agen­zia per il Tpl, Clau­dio Bra­ga­glio. «Bre­scia — ag­giun­ge Bra­ga­glio — ha ol­tre 1,26 mi­lio­ni di abi­tan­ti, la po­po­la­zio­ne è in cre­sci­ta, ha mol­te zo­ne mon­tuo­se e ave­re qua­si il 2% in me­no di ciò che ci spet­ta si­gni­fi­ca do­ver pe­na­liz­za­re mol­to il no­stro tra­spor­to pub­bli­co, in una pro­vin­cia do­ve la po­po­la­zio­ne sco­la­sti­ca cre­sce­rà fi­no al 2025». Ec­co quin­di la dop­pia op­zio­ne: o cam­bia­re i cri­te­ri dei fab­bi­so­gni stan­dard sta­bi­len­do pe­si va­lu­ta­ti­vi di­ver­si, che ten­ga­no ad esem­pio con­to del­la po­po­la­zio­ne e del­la di­sper­sio­ne abi­ta­ti­va op­pu­re in­tro­dur­re un fon­do «spe­cia­le» sta­bi­le in­tor­no ai 10 mi­lio­ni («che non sia so­lo an­nua­le») per far fron­te al­le esi­gen­ze del me­trò e non so­lo. La set­ti­ma­na pros­si­ma ci sa­rà un in­con­tro tec­ni­co mol­to im­por­tan­te con l’as­ses­so­re ai Tra­spor­ti, Clau­dia Ma­ria Ter­zi, « con la qua­le l’in­ter­lo­cu­zio­ne è fon­da­men­tal­men­te po­si­ti­va, a dif­fe­ren­za che con il suo pre­de­ces­so­re, Ales­san­dro Sor­te» ag­giun­ge Bra­ga­glio. Ave­re cer­tez­za di ri­sor­se è fon­da­men­ta­le an­che in vi­sta del­la ga­ra eu­ro­pea che nel 2019 (per i pros­si­mi 7 an­ni) met­te­rà in pa­lio tut­to il tra­spor­to su gom­ma in pro­vin­cia. Se ar­ri­ve­ran­no più fon­di an­che la Log­gia ti­re­rà un so­spi­ro di sol­lie­vo: dal­la Re­gio­ne per il me­trò ha pre­so 6 mi­lio­ni nei pri­mi 3 an­ni (2013 al 2016), al­tri 9 nel 2018 ed ora spe­ra nel­la ri­con­fer­ma di quel­la ci­fra (se in­cas­sas­se il con­tri­bu­to a km che pren­de Mi­la­no avreb­be pe­rò 17 mi­lio­ni l’an­no).

Non ar­ri­vas­se­ro i fon­di spe­ra­ti l’Agen­zia sa­reb­be co­stret­ta a ta­glia­re 700 mi­la km l’an­no ai suoi bus. Sa­reb­be un pes­si­mo mo­do per abi­tua­re gli stu­den­ti di og­gi (adul­ti di do­ma­ni) a pre­fe­ri­re i mez­zi pub­bli­ci an­zi­ché le au­to in­qui­nan­ti. (p.gor.)

Me­trò An­che per il 2019 do­vreb­be ar­ri­va­re il con­tri­bu­to di 9 mi­lio­ni

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.