An­drea Zan­zot­to vi­sto da Vin­cen­zo Cot­ti­nel­li

Corriere della Sera (Brescia) - - CI SCRIVONO - di Ti­no Bi­no

An­drea Zan­zot­to, scom­par­so nel 2011, è con­si­de­ra­to uno dei mas­si­mi poe­ti del se­con­do no­ve­cen­to. Ha scrit­to de­ci­ne di te­sti os­ses­sio­na­to da due te­mi: il pae­sag­gio e la lin­gua. E in que­sti gior­ni è usci­to un bel vo­lu­me per Ca­no­va edi­zio­ni che por­ta il ti­to­lo «An­drea Zan­zot­to: la natura l’idio­ma». Rac­co­glie gli at­ti di un con­ve­gno in­ter­na­zio­na­le de­di­ca­to al gran­de let­te­ra­to. In co­per­ti­na una fo­to in bian­co e ne­ro straor­di­na­ria­men­te in­ci­sa. Zan­zot­to vi ap­pa­re sor­ri­den­te, i ra­di ca­pel­li scom­po­sti, gli oc­chi soc­chiu­si e pro­fon­di. In­dos­sa una po­lo sot­to una giac­ca spi­ga­ta. Una fo­to che rac­con­ta una bio­gra­fia, av­via un dia­lo­go in­ti­mo, em­pa­ti­co, con chi la guar­da. L’au­to­re del ri­trat­to fo­to­gra­fi­co è il no­stro Vin­cen­zo Cot­ti­nel­li che con gli an­ni è di­ven­ta­to uno dei mas­si­mi fo­to­gra­fi per ri­trat­ti di in­tel­let­tua­li. Mol­ti dei qua­li so­no di­ve­nu­ti ami­ci. In vent’an­ni, con­fes­sa Vin­cen­zo, «que­sta è la set­tan­te­si­ma co­per­ti­na com­po­sta con i miei scat­ti». I set­tan­ta vo­lu­mi so­no stam­pa­ti dai più im­por­tan­ti edi­to­ri di tut­to il mon­do. Quel­le fo­to che dan­no iden­ti­tà a mi­lio­ni di li­bri so­no im­mor­ta­li, un elo­gio del bian­co e ne­ro, un ri­co­no­sci­men­to al­tis­si­mo ad un ar­ti­sta che ri­trae gli ar­ti­sti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.