Per su­per­sti­zio­ne

Corriere della Sera - La Lettura - - Libri Poesia - C.d.S.

Una sca­to­la con ros­sa me­la­ran­cia – ec­co la mia stan­za. Di un al­ber­go nean­che a par­lar­ne né og­gi né mai!

So­no tor­na­to a vi­ve­re qui per su­per­sti­zio­ne. I mu­ri – car­ta mar­ro­ne co­me quer­cia, inol­tre can­ta il por­to­ne.

Non ave­vo nep­pu­re la­scia­to il po­mel­lo, che già sbu­ca­vi tu, il mio ciuf­fo la buf­fa fran­gia ti sfio­ra­va e le lab­bra – le vio­le.

Te­so­ro mio, in no­me del­le al­tre e di que­sta vol­ta il tuo ve­sti­to cin­guet­ta, co­me bu­ca­ne­ve all'apri­le: «Ben­tor­na­to!»

È pec­ca­to non cre­der­ti una ve­sta­le: sei en­tra­ta con una se­dia, hai pre­so, co­me da una men­so­la, la mia vi­ta e la pol­ve­re hai sof­fia­to via.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.