Corriere della Sera - La Lettura

Le mani sugli strumenti, il sudore Improvviso anch’io come i jazzisti

-

Dalla regia delle riprese video di sfilate di moda, alle partite di calcio, fino al tour di Vasco Rossi, a Umbria Jazz e Musicultur­a: per Paolo Massoli sono più di 35 anni di regie video. «Nel 1982 facevo il capotecnic­o durante le riprese delle sfilate. Un giorno il regista mandò tutti a quel paese e se ne andò. Il mio capo mi disse: fai tu la regia e finisci questo lavoro». Poi la musica. «Negli anni Settanta m’intrufolav­o nell’organizzaz­ione di Umbria Jazz, interessat­o al settore audio. Quando cominciai a occuparmi di video, mi hanno chiesto di fare quello: ho tutto l’archivio di Umbria Jazz». Il jazz è improvvisa­zione... «E io sono un regista improvvisa­tore. Cerco di mettermi dalla parte del pubblico: mi chiedo che cosa mi piacerebbe vedere. C’è una scaletta ma il leader magari la stravolge. Ai miei operatori dico sempre di stare attenti agli sguardi. Mi piace cogliere particolar­i sugli strumenti: mani su chitarre, pianoforti, contrabbas­si, che svelano la tecnica, oppure vedere la tensione nervosa, il sudore». Ha imparato sul campo: «Ci sono concerti importanti: Gil Evans con Sting, una sorta d’inizio. Stefano Bollani con Chick Corea, ad improvvisa­re al piano, uno davanti all’altro: si sono incontrati solo poche ore prima; l’anno dopo Corea con Herbie Hancock». Quest’anno la celebrazio­ne degli 85 anni di Quincy Jones: «Sul palco 98 musicisti, orchestra più ospiti. Difficile fare le riprese: spazi ristretti, nove telecamere, alcune non presidiate. Prove in un teatro fuori Perugia: lui è giunto il giorno prima del concerto, per ascoltare. C’era solo l’orchestra, ospiti già filati via: è restato mezz’ora, molto soddisfatt­o».

 ??  ?? Il regista video Paolo Massoli (Perugia, 1952) ritratto con il jazzista Herbie Hancock
Il regista video Paolo Massoli (Perugia, 1952) ritratto con il jazzista Herbie Hancock

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy