Gi­fu­ni leg­ge Sha­ke­spea­re (mu­si­che di Šo­sta­ko­vic)

Corriere della Sera - La Lettura - - Maschere Lalocandin­a -

La tra­ge­dia di Sha­ke­spea­re Amleto si può pa­ra­go­na­re a un fa­mo­so giar­di­no zen di Kyoto: da qual­sia­si an­go­lo tu lo guar­di, non ve­drai mai tut­te e set­te le pie­tre che lo com­pon­go­no, una sfug­gi­rà al tuo sguar­do e quel­la vi­sta sot­trat­ta sa­rà, cam­bian­do po­si­zio­ne, la tua sco­per­ta. Co­sì ogni re­gi­sta ha il suo sguar­do, la sua po­si­zio­ne, la sua chia­ve di let­tu­ra che ri­ve­la qual­co­sa e al­tro na­scon­de, ma la mes­sa in sce­na più per­fet­ta non po­trà co­glier­ne tut­ta l’in­quie­tan­te com­ples­si­tà. Fa­bri­zio Gi­fu­ni (so­pra), uno dei no­stri più bra­vi at­to­ri, gran­de mo­no­lo­gan­te, in Con­cer­to per Amleto ren­de omag­gio al pal­li­do prin­ci­pe e a tut­ti i per­so­nag­gi del­la tra­ge­dia (Pic­co­lo Tea­tro Stre­hler, dal 22 al 25. Per ora­ri e bi­gliet­ti: 02.42411889). Le vo­ci sha­ke­spea­ria­ne si in­trec­cia­no all’af­fre­sco so­no­ro di Dmi­trij Šo­sta­ko­vic, che scris­se mu­si­che per un Amleto tea­tra­le nel 1932 e uno ci­ne­ma­to­gra­fi­co nel ’64, nell’in­ter­pre­ta­zio­ne dell’Or­che­stra Ver­di di Mi­la­no di­ret­ta da Ri­no Mar­ro­ne, che con Gi­fu­ni ha cu­ra­to la dram­ma­tur­gia. (mag­da po­li)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.