Il sas­so­fo­no di Shepp ri­vo­lu­zio­na an­che il blues

Corriere della Sera - La Lettura - - Maschere Interpreta­zioni -

Par­lia­mo di un mu­si­ci­sta afroa­me­ri­ca­no che ha scrit­to un pez­zo (im­por­tan­te) di sto­ria del jazz. E non so­lo dal pun­to di vi­sta del suo stru­men­to (sas­so­fo­no te­no­re) ma an­che di quel­lo dell’im­pe­gno po­li­ti­co ne­gli an­ni del­la pro­te­sta ne­ra. Ar­chie Shepp (clas­se 1937: so­pra, fo­to di Al­fre­do Al­dai/Epa) è sta­to un ideo­lo­go dell’afro­cen­tri­smo nel jazz (vi­ci­no al­le idee di Mal­colm X), ha co­min­cia­to nel grup­po di Ce­cil Tay­lor, il pa­dre del pia­ni­smo free jazz, ha gui­da­to i New York Con­tem­po­ra­ry Fi­ve, ha in­ci­so con John Col­tra­ne (il bel­lis­si­mo New Thing at New­port del 1965) e a no­me suo al­cu­ni ca­po­la­vo­ri: The Ma­gic Of Ju-Ju e The Way Ahead. Sen­za mai per­de­re pe­rò il con­tat­to con il blues, in­te­so co­me quel­la lin­fa e ani­ma sot­ter­ra­nea che ha ali­men­ta­to il jazz sin da­gli al­bo­ri (nel cor­so dei suoi con­cer­ti, Shepp can­ta an­che il blues). Lo si po­trà ascol­ta­re a Tren­to il 30 no­vem­bre all’Au­di­to­rium di via San­ta Cro­ce 67 (ore 21, bi­gliet­ti: da € 20 a 25). In­fo: cen­tro­san­ta­chia­ra.it. (helmut failoni)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.