Corriere della Sera - La Lettura

Ritratto di una fotografa (marito e amici compresi)

-

La fotografa Inge Morath (1923-2002) nel 1953 fu la prima donna ammessa all’interno della celebre agenzia Magnum Photos anche se alla ribalta delle cronache ci arrivò per essere stata la moglie dello scrittore Arthur Miller dopo Marilyn Monroe. Ora, per la prima volta in Italia, le viene dedicata una grande retrospett­iva nelle sale della Casa dei Carraresi di Treviso fino al 9 giugno (mostramora­thtreviso.it) dal titolo Inge Morat, La vita, la fotografia. L’esposizion­e curata da Brigitte Blüml-Kaindl, Kurt Kaindl e Marco Minuz, propone una selezione di oltre 150 immagini che ripercorro­no il lavoro della fotoreport­er austriaca. Dai reportage dedicati all’esperienza della Seconda guerra mondiale ai viaggi per il mondo fino ai celebri ritratti, a cominciare proprio da quello di Marilyn (sopra: sul set de Gli spostati, Nevada, 1960) e dello stesso Arthur Miller, oltre che di Giacometti, Picasso e Calder. La mostra è prodotta da Suazes con Fotohof di Salisburgo, con la collaboraz­ione di Fondazione Cassamarca, Inge Morath Foundation e Magnum Photos. ( fabrizio villa)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy