Un tè con An­ge­la so­gnan­do Aga­tha

Corriere della Sera - La Lettura - - Libri Le Classifich­e -

Ith­ril­ler di An­ge­la Mar­sons so­no am­bien­ta­ti nel mon­do dell’Il­va in­gle­se, la Black Coun­ty, la con­tea ne­ra, un tem­po, a cau­sa del fu­mo e del car­bo­ne. Per­fet­ta lo­ca­tion per la re­gi­na del gial­lo wor­king class (me­glio, ex wor­king class o po­st wor­king class). So­no luo­ghi for­te­men­te fi­loB­re­xit e in Le ve­ri­tà se­pol­te (usci­to nel Re­gno Uni­to nel 2017) la scrit­tri­ce co­sì rias­su­me lo sta­to d’ani­mo di un abi­tan­te: «Holt era un gio­va­ne dav­ve­ro ar­rab­bia­to. Ave­va di­ciot­to an­ni, e non riu­sci­va a tro­va­re la­vo­ro per col­pa de­gli stra­nie­ri che gli ru­ba­va­no il po­sto». Pri­ma gli in­gle­si. Il te­ma prin­ci­pa­le del li­bro è l’au­men­to dei «cri­mi­ni di odio» tra ses­suo­fo­bia, raz­zi­smo e neo­na­zi­smo. Sem­bra la sca­let­ta di un talk show più che di un ro­man­zo. Il gial­lo al­la Mar­sons è un in­stant gial­lo, so­cio­lo­gi­ca­men­te cor­ret­tis­si­mo e ag­gior­na­to h24. La ma­dre del­la fu­tu­ra po­li­ziot­ta Sta­cey chie­de al­la fi­glia, che ha ten­ta­to il sui­ci­dio: «Quin­di vuoi mo­ri­re per­ché for­se ti piac­cio­no le ra­gaz­ze?». «No, vo­glio mo­ri­re per­ché co­sì non ti do­vrò con­fes­sa­re che for­se mi piac­cio­no le ra­gaz­ze», ri­spon­de Sta­cey, ne­ra di pel­le, un po’ so­vrap­pe­so. All’epo­ca in cui Ray­mond Chand­ler ri­vo­lu­zio­nò il ge­ne­re, dis­se che nei suoi gial­li rac­con­ta­va le co­se di cui i gior­na­li non po­te­va­no par­la­re. Og­gi, in­ve­ce, i gial­li ri­rac­con­ta­no le stes­se co­se che già tro­via­mo a biz­zef­fe sui me­dia. È au­men­ta­ta la li­ber­tà di stam­pa op­pu­re i gial­li­sti han­no esau­ri­to la ve­na? Non ca­ri­chia­mo An­ge­la Mar­sons di trop­pe re­spon­sa­bi­li­tà. Lei è un’one­sta ope­ra­tri­ce di su­spen­se. Scri­ve sem­pli­ce e ve­lo­ce, non si ri­las­sa e non fa ri­las­sa­re mai il let­to­re. È sem­pre sul pez­zo e si con­ce­de e con­ce­de po­chis­si­mi di­ver­si­vi. Ne ho se­gna­to sol­tan­to uno: quan­do pren­de in gi­ro l’usan­za in­gle­se di tos­sic­chia­re di­scre­ta­men­te per an­nun­cia­re il pro­prio ar­ri­vo. Per un at­ti­mo è sta­to co­me tor­na­re a pren­de­re un tè con Aga­tha Ch­ri­stie, l’in­tra­mon­ta­bi­le re­gi­na ma­dre.

An­ge­la Mar­sons (Brier­ley Hill, 1967)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.