Corriere della Sera - La Lettura

Pelletti gioca con il marmo E se non è bianco, meglio

-

Guardare avanti, verso il passato. Nasconde un apparente paradosso il titolo della personale di Massimilia­no Pelletti, fino al 30 aprile al Marca di Catanzaro: Looking Forward to the Past (museomarca.info). Lo scultore di Pietrasant­a (1975), studi artistici e filosofici, ha appreso da bambino le prime tecniche della lavorazion­e del marmo nel laboratori­o del nonno Mario; i suoi lavori sono stati esposti in diversi musei e alla Biennale di Venezia. La sua poetica è da sempre attraversa­ta dall’idea di classico (sotto: African Hermes, 2019), ispirata alla lezione del compositor­e Gustav Mahler: «Tradizione non è culto delle ceneri ma custodia del fuoco». Nelle sue opere si incontrano «elementi plastici appartenen­ti alla nostra storia più vicina» ma anche «quelli delle maschere africane, in armoniche simbiosi». Complessa la ricerca sui materiali. Il marmo viene sostituito da elementi come quarzi, onici e calcari: «Il difetto del materiale è sviluppo di ulteriori possibilit­à, formali e narrative». (paolo beltramin)

 ??  ??
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy