Corriere della Sera - La Lettura

VUOI DORMIRE? PROVA QUESTA...

- Di HELMUT FAILONI

Se si potesse rispondere alla domanda che pone il cantautore Sam Smith nella sua canzone How Do You Sleep?, cioè «come dormi?», la maggior parte di noi, in questo periodo di emergenza, rispondere­bbe: «Male». Lo confermano anche gli studiosi chiamati in causa. Viene da chiedersi, al di là di ogni retorica: la musica può conciliare il sonno?

Partiamo da un fatto recente: la messa in onda in diretta da parte di tutte le radio pubbliche europee (da noi Radio3, dove si può riascoltar­e in podcast) di una partitura che dura 8 ore (come le ore di sonno prescritte dai medici), che si intitola Sleep («dormi» o «sonno»). Porta la firma di Max Richter (1966), compositor­e tedesco, allievo di Luciano Berio, che ha realizzato questa pagina nel 2015, frutto di una collaboraz­ione con il neuroscien­ziato David Eaglemann (in teatro, alla prima, al posto delle poltrone, c’erano letti). Suoni lunghi, distillati, alle soglie della percezione, liquidi — nulla a che fare con i bagni caldi della New Age — dove fanno capolino anche i canti gregoriani e i raga indiani.

In molti hanno composto musiche in grado di portare a quella dimensione fluttuante, ai confini della coscienza, dove entrano in campo le cosiddette onde delta del sonno, che ci «ripuliscon­o» mentre dormiamo. Capitò, secondo l’aneddotica, anche a Johann Sebastian Bach, di comporre musica per favorire il sonno. Ne uscì un capolavoro, le Variazioni Goldberg che sarebbero servite a far scivolare fra le braccia di Morfeo il conte Hermann Carl von Keyserling che soffriva di insonnia.

Poi ci sono le ninnananne. Tantissime nelle tradizioni etniche (meraviglio­sa Sogna fiore mio di Ambrogio Sparagna cantata dalla grande Lucilla Galeazzi). Tante nella musica classica: il celebre Wiegenlied (alla lettera: canzone per la culla) di Johannes Brahms, le decine di Berceuse (il termine in francese) tra Gabriel Fauré e Maurice Ravel, fino alla Jimbo’s Lullabye che Claude Debussy dedicò all’adorata figliolett­a ChouChou.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy