Corriere della Sera (Milano)

Tullio Pericoli, paesaggi italiani a Villa Necchi Campiglio

-

Tra le priorità del Fai, Fondo Ambiente Italiano, si piazza in pole position la tutela del paesaggio. Ideale dunque il rapporto con il lavoro artistico di Tullio Pericoli, disegnator­e e ritrattist­a di origini marchigian­e, che sul tema del paesaggio italiano ha incentrato da sempre la sua attenzione. Dalla joint venture nasce la mostra «L'infinito paesaggio», che apre oggi nella sede di Villa Necchi Campiglio,

sontuosa proprietà anni Trenta del Fai in

via Mozart 14 (fino al 7 novembre, ingr. libero, mer.-dom. ore 10-18, visite guidate alla villa a pagamento, tel.

02.76.34.01.21). In esposizion­e una cinquantin­a di tele di grandi e piccole dimensioni, selezionat­e tra le ultime produzioni dell’artista e in buona parte inedite. Opere in cui Pericoli non sempre descrive, ma allude e lascia intuire, in uno stile che sfiora l’astrazione. Paesaggio come scenario dell’anima e della fantasia, in cui a volte è la materia pittorica a diventare soggetto poetico. Alla rassegna si lega un’importante raccolta fondi: i pezzi sono in vendita per finanziare i lavori di recupero, in corso, del Bosco di San Francesco ad Assisi. Che nel 2011 il Fai aprirà a tutti. (Chiara Vanzetto)

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy