Ri­tor­no in piaz­za

IL MER­CA­TO SI RISCOPRE AGORÀ

Corriere della Sera (Milano) - - Da Prima Pagina - Di Mat­teo Spe­ro­ni

Imer­ca­ti, da sem­pre, non so­no sol­tan­to co­stel­la­zio­ni di bot­te­ghe e ban­ca­rel­le do­ve ac­qui­sta­re mer­ce, ma an­che luo­ghi di so­cia­liz­za­zio­ne. Pro­prio ieri a Mi­la­no, in via Friu­li, è sta­to aper­to il più gran­de Far­mer’s mar­ket (mer­ca­to agri­co­lo) al co­per­to del­la Lom­bar­dia, un po­sto che pro­ba­bil­men­te ri­chia­me­rà mol­ti cit­ta­di­ni del­la zo­na di Por­ta Ro­ma­na, cor­so Lo­di e non so­lo, e che of­fre pro­dot­ti ge­nui­ni. Sen­za nul­la to­glie­re al­la qua­li­tà, il con­te­ni­to­re è im­por­tan­te al­me­no quan­to il con­te­nu­to. In una gran­de cit­tà di og­gi, il mer­ca­to, al pa­ri dell’agorà clas­si­ca, è un pun­to di riferimento an­che con­tro il ri­schio di di­sper­sio­ne e sper­so­na­liz­za­zio­ne me­tro­po­li­ta­na, so­prat­tut­to nel­le pe­ri­fe­rie. In­con­tri, co­mu­ni­ca­zio­ne, coe­sio­ne av­ven­go­no an­che là. Per­si­no quel­lo di piaz­za­le Cuo­co, espo­sto a si­tua­zio­ni di il­le­ga­li­tà, è fre­quen­ta­tis­si­mo. Il bi­so­gno di ve­der­si, guar­dar­si, par­lar­si nel mon­do rea­le non è tra­mon­ta­to nell’epo­ca iper­tec­no­lo­gi­ca. Co­me ac­ca­de, per esem­pio, al­lo sto­ri­co Mer­cat del­la Bo­que­ria a Bar­cel­lo­na, sul­la Ram­bla, o al Mar­ché des En­fan­ts Rou­ges a Pa­ri­gi, nel quar­tie­re del Ma­rais, che ri­sa­le al XVII se­co­lo. A Mi­la­no ora ci so­no mer­ca­ti che am­plia­no gli oriz­zon­ti: l’an­ti­ca strut­tu­ra co­per­ta di via­le Mon­za, a Rovereto, è di­ven­ta­ta an­che tea­tro di even­ti, con­cer­ti, ape­ri­ti­vi, mo­stre. Do­po il suc­ces­so dei mo­der­ni cen­tri com­mer­cia­li, si stan­no ri­sco­pren­do i vec­chi mer­ca­ti. Non si trat­ta di un ri­tor­no fol­clo­ri­sti­co al pas­sa­to ma di una na­tu­ra­le, in­sop­pri­mi­bi­le, di­spo­si­zio­ne a cer­ca­re il ca­lo­re e il con­tat­to dell’uma­ni­tà.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.