Ate­nei ol­tre con­fi­ne

STU­DEN­TI AN­DA­TA E RI­TOR­NO

Corriere della Sera (Milano) - - Da Prima Pagina - Di Gian­na Fre­go­na­ra

Èsi­cu­ra­men­te una buo­na no­ti­zia che gli stu­den­ti mi­la­ne­si guar­di­no an­che ol­tre con­fi­ne per il lo­ro fu­tu­ro all’Uni­ver­si­tà. E che chie­da­no di es­se­re aiu­ta­ti a orien­tar­si in un mon­do dell’istru­zio­ne or­mai ve­ra­men­te glo­ba­le non do­vreb­be stu­pir­ci. La li­ber­tà di mo­vi­men­to nell’Unio­ne eu­ro­pea, si­gni­fi­ca pro­prio que­sto, po­ter sce­glie­re quel­lo che si ri­tie­ne il me­glio. Ma por­ta con sé due con­se­guen­ze che van­no guar­da­te con al­tret­tan­ta at­ten­zio­ne: di fron­te a tut­te que­ste op­por­tu­ni­tà di­ven­ta più dif­fi­ci­le fa­re la scel­ta giu­sta, ca­pi­re se è me­glio re­sta­re o par­ti­re. Chi aiu­ta i ra­gaz­zi e le ra­gaz­ze? La scuo­la è in gra­do di gui­da­re gli stu­den­ti? L’orien­ta­men­to ver­so gli stu­di uni­ver­si­ta­ri non è una del­le prio­ri­tà del­la politica sco­la­sti­ca: sa­reb­be sta­ta una buo­na oc­ca­sio­ne, ma­ga­ri in mo­do spe­ri­men­ta­le per i li­cei, usa­re le ore in ec­ces­so del­lo scuo­la-la­vo­ro per aiu­ta­re i ra­gaz­zi a ca­pi­re do­ve può es­se­re il lo­ro fu­tu­ro, ma si è pre­fe­ri­to ta­glia­re i fon­di e ba­sta. La se­con­da que­stio­ne ri­guar­da gli ate­nei mi­la­ne­si: la cit­tà ha al­cu­ne del­le mi­glio­ri uni­ver­si­tà del Pae­se, ma i ra­gaz­zi guardano al­tro­ve. Par­reb­be un pa­ra­dos­so. Ma non lo è: an­che i ret­to­ri mi­la­ne­si san­no che non è so­lo sui pro­pri con­cit­ta­di­ni che de­vo­no pun­ta­re per i lo­ro ate­nei e sca­la­no le clas­si­fi­che in­ter­na­zio­na­li pro­prio per­ché so­no più ca­pa­ci del­le al­tre uni­ver­si­tà ita­lia­ne di at­trar­re an­che stu­den­ti da al­tre re­gio­ni e dall’este­ro. Il pun­to dun­que non è chi par­te, ma sa­pe­re che c’è chi ar­ri­va e che qual­cu­no poi an­che tor­na.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.