La vo­ce di Atm e i mes­sag­gi d’amore

San Va­len­ti­no Lo­re­na e i so­cial

Corriere della Sera (Milano) - - Da Prima Pagina - di Ste­fa­nia Chia­le

Che la sua vi­ta fos­se le­ga­ta ai mez­zi pub­bli­ci mi­la­ne­si era scrit­to nel dna di Lo­re­na Bi­si­ghi­ni: fi­glia di un au­ti­sta Atm, na­ta all’Ospe­da­le dei Tran­vie­ri Lui­gi Re­sna­ti in via­le Cam­pa­nia, do­ve og­gi c’è il li­ceo Do­na­tel­li.

Nes­su­no po­te­va im­ma­gi­na­re che la sua vo­ce sa­reb­be di­ven­ta­ta quel­la che ogni gior­no di­ce a mi­glia­ia di per­so­ne se scen­de­re o pro­se­gui­re il viag­gio, la di­re­zio­ne di mar­cia e la por­ta di usci­ta. Da die­ci an­ni, è la vo­ce a bor­do del me­trò M1, M2 e M3.

Og­gi fa­rà una sor­pre­sa ai pas­seg­ge­ri. Ie­ri Atm ha chie­sto agli uten­ti via In­sta­gram di man­da­re un mes­sag­gio di au­gu­ri al pro­prio innamorato, e sul­lo stes­so so­cial net­work og­gi Lo­re­na leg­ge­rà in una se­rie di vi­deo le de­di­che più bel­le. Con un an­nun­cio in me­trò au­gu­re­rà a tut­ti San Va­len­ti­no e in­vi­te­rà a se­gui­re l’ac­count dell’azien­da do­ve i de­sti­na­ta­ri dei mes­sag­gi di­ven­te­ran­no pro­ta­go­ni­sti. «Non so­lo part­ner — rac­con­ta Lo­re­na —: due fi­gli si so­no ri­vol­ti al pa­pà, una ra­gaz­za all’ex fi­dan­za­to, un ni­po­te al­la non­na, una fi­glia al­la pro­pria mam­ma. “Sei la cir­co­la­re del mio cuo­re”, di­ce un ra­gaz­zo al­la sua compagna». Cin­quan­ta­set­te an­ni e una vo­ce che ne di­mo­stra 20 di me­no, da 34 in Atm do­ve si oc­cu­pa di re­la­zio­ni pub­bli­che in­ter­na­zio­na­li, Lo­re­na è an­che at­tri­ce tea­tra­le e mez­zo so­pra­no. «Quan­do so­no ini­zia­te le spe­ri­men­ta­zio­ni de­gli an­nun­ci sui mez­zi so­no sta­ta se­le­zio­na­ta per te­sta­re la vo­ce. La mia è ri­sul­ta­ta quel­la più lim­pi­da e chia­ra». Og­gi an­che lei si ascol­ta in viag­gio. «Mi so­no abi­tua­ta. Mi ascol­to con un orec­chio di­ver­so ri­spet­to agli al­tri pas­seg­ge­ri: sen­to le dif­fe­ren­ze di al­tez­za del suono. So­no mol­to au­to­cri­ti­ca! Gli an­nun­ci del­le fer­ma­te so­no sta­ti re­gi­stra­ti in tem­pi di­ver­si: mi pia­ce­reb­be uni­for­mar­li». Gli an­nun­ci ven­go­no ag­gior­na­ti nel tem­po: «Prin­ci­pal­men­te si mo­di­fi­ca­no per­ché cam­bia­no le li­nee dei mez­zi di su­per­fi­cie o i no­mi del­le fer­ma­te». Og­gi la sua vo­ce ha un no­me e un vol­to che spo­po­la­no sui so­cial, do­po che l’Atm li ha ri­ve­la­ti nel 2018 (a Boo­k­ci­ty pri­ma, con un vi­deo di au­gu­ri a Na­ta­le do­po) e nel 2019 (con l’even­to Por­te aper­te). «Non mi ero re­sa con­to che una vo­ce po­tes­se es­se­re co­sì ama­ta. In­con­tro per­so­ne che mi di­co­no “so­no cre­sciu­ta con la tua vo­ce”. For­se han­no ca­pi­to che so­no una di lo­ro: una pas­seg­ge­ra del me­trò. Che si ascol­ta con an­co­ra più at­ten­zio­ne».

In tram Lo­re­na Bi­si­ghi­ni, 57 an­ni, è la vo­ce de­gli an­nun­ci a bor­do tre­no sul­le li­nee M1, M2 ed M3

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.