«L’in­dot­to di Mal­pen­sa per­de 75 mi­la eu­ro a ogni vo­lo can­cel­la­to»

I sin­da­ca­ti: hand­ling e ca­te­ring i più col­pi­ti

Corriere della Sera (Milano) - - Primo Piano - Di An­drea Ca­mu­ra­ni

VA­RE­SE «Al­tro che 11 Set­tem­bre 2001. Al­tro che de-hub­bing di Ali­ta­lia, nel 2008». So­no im­ma­gi­ni lon­ta­ne che non reg­go­no il con­fron­to con quan­to sta ac­ca­den­do a Mal­pen­sa in que­sti gior­ni a cau­sa della pa­ra­li­si dei viag­gi do­vu­ti alla pau­ra del co­ro­na­vi­rus e che si ri­flet­te sul­le scel­te del­le com­pa­gnie ae­ree di ta­glia­re i vo­li. Ri­sul­ta­to? «Crol­lo di al­me­no il 50% dei vo­li e dei pas­seg­ge­ri», spie­ga Raf­fae­le Dell’Er­ba, che da 25 an­ni si oc­cu­pa di tra­spor­to ae­reo per la Uil e ri­cor­da le cri­si pas­sa­te. Il tra­col­lo di que­sti gior­ni ri­schia di se­gna­re una pe­san­te cri­si di si­ste­ma che ha spin­to il sin­da­ca­to a chie­de­re im­me­dia­ti prov­ve­di­men­ti al go­ver­no, co­me ri­cor­da Lui­gi Li­guo­ri della Filt Cgil di Mal­pen­sa: «I set­to­ri già col­pi­ti da que­sta cri­si so­no il ca­te­ring e l’hand­ling nei qua­li mi­su­re co­me il te­le­la­vo­ro non si pos­so­no nep­pu­re im­ma­gi­na­re: i di­pen­den­ti di que­ste azien­de non stan­no la­vo­ran­do, e la si­tua­zio­ne è gra­vis­si­ma». Il ca­lo di «mo­vi­men­ti», cioè at­ter­rag­gi e de­col­li, pro­du­ce dan­ni eco­no­mi­ci este­si. «Per ogni vo­lo in me­no, la per­di­ta dell’in­dot­to ter­ri­to­ria­le ri­fe­ri­ta ai so­li pas­seg­ge­ri è sti­ma­bi­le in 75 mi­la eu­ro tra ho­tel, food, in­trat­te­ni­men­to e spo­sta­men­ti», spie­ga Fa­bio Lun­ghi, pre­si­den­te della Ca­me­ra di com­mer­cio di Va­re­se che ha ela­bo­ra­to que­sti da­ti re­si no­ti ie­ri. Un ri­fles­so che si ri­ver­be­ra sul tas­so di oc­cu­pa­zio­ne del­le stan­ze che, ne­gli al­ber­ghi va­re­si­ni, nel 2019 era in me­dia del 76% ed è crol­la­to al 10% in una set­ti­ma­na. «Tra­dot­to, si­gni­fi­ca che esi­sto­no strut­tu­re at­tor­no a Mal­pen­sa, e quin­di fra le più col­pi­te, che a fron­te di una ca­pien­za di 150 po­sti let­to, nel­le pros­si­me set­ti­ma­ne si tro­ve­ran­no con una man­cia­ta di clien­ti al gior­no», spie­ga Fre­de­rick Ven­tu­ri, pre­si­den­te pro­vin­cia­le di Fe­de­ral­ber­ghi e ti­to­la­re di un ho­tel a Car­da­no al Cam­po. «Di­ver­si al­ber­ghi so­no già chiu­si e l’uni­co fat­to­re che per­met­te­rà di ria­pri­re sa­ran­no gli aiu­ti che ci at­ten­dia­mo ven­ga­no stan­zia­ti da Ro­ma. Sia­mo di fron­te a una cri­si che du­re­rà me­si».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.