Corriere della Sera (Roma)

Fra Virzì e Amelio, dal cinema spiragli sulla psiche

Al via oggi il festival sul disagio mentale Tra i titoli, il doc sul film «La pazza gioia»

- Carlotta De Leo cdeleo @rcs.it

Uno spiraglio sulla mente e sui suoi meccanismi imperfetti e misteriosi. Il cinema (e ancor prima il teatro) ha saputo raccontare il mondo della psiche con un tocco così vivo e potente in grado di infrangere tabù. Grazie al successo di film come «Rain Man», «Shine» e «La pazza gioia» (che ha recentemen­te trionfato ai David di Donatello) e tanti altri che hanno raccontato senza filtri vite fuori dall’ordinario, il pubblico ha conosciuto patologie tenute nascoste e «partecipat­o» (anche solo per la durata della pellicola) al percorso di cura o di cambiament­o.

Al Maxxi (via Guido Reni) da oggi a domenica torna la rassegna in grado sul disagio psichico. «Lo spiraglio» (organizzat­o dalla Asl Roma 1 e diretto da Federico Russo e Franco Montini) propone lungometra­ggi, corti, documentar­i e incontri per le scuole (per il programma www.lospiragli­ofilmfesti­val.org). Proprio ai ragazzi è dedicato il film d’apertura «Piuma» di Rohan Johnson che sarà in sala insieme con il protagonis­ta Luigi Fedele. In serata la proiezione di «Padiglione 25», di Massimilia­no Carboni che ricostruis­ce l’avventura di un gruppo di infermieri del Santa Maria della Pietà che negli anni Settanta, ispirandos­i al pensiero illuminato di Franco Basaglia, ha occupato e autogestit­o una parte del manicomio con l’intento di trasformar­e la psichiatri­a.

Domani, invece, alle 19 sarà presentato il documentar­io «Crazy for football» di Volfango De Biasi sulla prima nazionale italiana di calcio a 5 che partecipò ai Mondiali per pazienti psichiatri­ci, a Osaka, con Vincenzo Cantatore nelle vesti di preparator­e atletico. Alle 21, invece, l’incontro «Lacci. Legami familiari tra eredità e ribellione», una conversazi­one sul tema genitori e figli con Domenico Starnone, scrittore e sceneggiat­ore (autore del libro « Lacci » ) , Gianni Amelio, regista e autore del libro autobiogra­fico «Politeama» e gli psichiatri Maurizio Balsamo e Antonello D’Elia.

Domenica il festival sarà dedicato per lo più a storie reali di disagio. Come le psicosi da cui è riuscita a uscire «Cristina. Il racconto di una malattia» della regista Silvia Chiodin. E come le sei pazienti psichiatri­che dell’Asl di Pistoia e la giovane ragazza di Livorno con deficit motori e cognitivi protagonis­te di «Le ragazze di Villa Biondi» il documentar­io di Melania Cacucci che racconta l’avventura sul set de «La pazza gioia» delle sette nonattrici che sono state coinvolte da Paolo Virzì nelle riprese del suo ultimo film. E proprio il regista toscano — premiato dal festival «Lo spiraglio» per la sensibilit­à al tema del disagio psichico — sarà il protagonis­ta dell’incontro finale.

 ??  ?? Padiglione 25 Gli infermieri che negli anni Settanta occuparono il Santa Maria della Pietà raccontati nel film di Carboni
Padiglione 25 Gli infermieri che negli anni Settanta occuparono il Santa Maria della Pietà raccontati nel film di Carboni
 ??  ?? Amiche Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti ne «La pazza gioia»
Amiche Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti ne «La pazza gioia»

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy