Ci­ro Im­mo­bi­le e la fa­me di gol per sfi­da­re CR7

Fi­no­ra lo ju­ven­ti­no a se­gno 15 vol­te (cop­pe com­pre­se), Ci­ro 13

Corriere della Sera (Roma) - - DA PRIMA PAGINA - Ste­fa­no Agre­sti

Ci­ro Im­mo­bi­le in­sa­zia­bi­le: con la dop­piet­ta di sa­ba­to scor­so al No­va­ra in Cop­pa Ita­lia ha rag­giun­to quo­ta 13 re­ti in que­sta sta­gio­ne e con­ti­nua il duel­lo con­tro Cri­stia­no Ro­nal­do: lo ju­ven­ti­no a se­gno 15 vol­te.

La fa­me di Ci­ro. Quel­la che l’ha por­ta­to, da ra­gaz­zi­no, a pian­ge­re sen­za far­si sen­ti­re da nes­su­no quan­do era da so­lo a To­ri­no, a mil­le chi­lo­me­tri da ca­sa, spe­ran­do di tra­sfor­mar­si in un cam­pio­ne. La stes­sa che ha an­co­ra og­gi, ben­ché un gran­de gio­ca­to­re lo sia ef­fet­ti­va­men­te di­ven­ta­to: lo di­co­no i gol (158 in car­rie­ra, ol­tre la me­tà di que­sti con la La­zio), i suc­ces­si per­so­na­li (tre vol­te ca­po­can­no­nie­re tra B e A), i sol­di (un nuo­vo con­trat­to da tre mi­lio­ni net­ti a sta­gio­ne). Ep­pu­re Im­mo­bi­le non è sa­zio. An­zi.

Ha di­vo­ra­to sen­za pie­tà per­fi­no il No­va­ra, Ci­ro. Gio­ca­no in se­rie C? A lui non in­te­res­sa. Un as­si­st, un gol do­po ave­re fal­li­to il ri­go­re, poi un’al­tra re­te an­co­ra e la ri­cer­ca os­ses­si­va del­la tri­plet­ta: più che fa­me, bu­li­mia. Co­sì Im­mo­bi­le è ar­ri­va­to a tre­di­ci gol nel­la sta­gio­ne, per­ché que­sta dop­piet­ta in Cop­pa Ita­lia si è ag­giun­ta ai die­ci gol già se­gna­ti in cam­pio­na­to e a quel­lo rea­liz­za­to in Eu­ro­pa Lea­gue. E pen­sa­re che – a os­ser­var­lo con at­ten­zio­ne – si ha per­fi­no il so­spet­to che non sia al mas­si­mo del­la con­di­zio­ne.

Im­mo­bi­le ha co­min­cia­to l’an­no al­la gran­de, ma il bel­lo vie­ne ades­so. Su­bi­to. Pri­ma c’è il Na­po­li, la sua squa­dra del cuo­re: all’an­da­ta gli ha se­gna­to un gol di ra­ra bel­lez­za, ben­ché inu­ti­le al­la cau­sa bian­co­ce­le­ste, e do­me­ni­ca ci ri­pro­ve­rà. Quin­di gli toc­che­rà la Ju­ven­tus, dov’è cre­sciu­to e s’è af­fer­ma­to ma che non ha mai cre­du­to in lui fi­no in fon­do, tan­to che lo ha man­da­to via sen­za nem­me­no pro­va­re a mi­su­rar­lo in bian­co­ne­ro. Nuo­ve sfi­de nel­le qua­li ado­pe­rar­si per sod­di­sfa­re la fa­me. Sti­mo­lan­te so­prat­tut­to il con­fron­to con Cri­stia­no Ro­nal­do che in sta­gio­ne ha se­gna­to quin­di­ci gol (quat­tor­di­ci in cam­pio­na­to, con quat­tro ri­go­ri, e uno in Cham­pions): Ci­ro lo os­ser­va con am­mi­ra­zio­ne e pen­sa che co­mun­que non è co­sì lon­ta­no, al­me­no per il nu­me­ro di re­ti che ha rea­liz­za­to, ap­pe­na due in più ri­spet­to a lui.

Ci­ro la­vo­ra per sa­zia­re la fa­me, al­tri per ge­sti­re la rab­bia. In par­ti­co­la­re Ba­de­lj, che or­mai non tro­va spa­zio nem­me­no nel­le par­ti­te che con­ta­no po­co o nul­la. Era ar­ri­va­to al­la La­zio per es­se­re pro­ta­go­ni­sta, in­ve­ce il vi­ce­cam­pio­ne del mon­do non è nem­me­no il pri­mo cam­bio di Lei­va. Non gio­ca dal 17 di­cem­bre, ha tra­scor­so le ul­ti­me 4 par­ti­te in pan­chi­na, è di­ven­ta­to un ca­so. Il croa­to è de­lu­so e vor­reb­be an­dar­se­ne.

Lo­ti­to, che lo ha pre­so svin­co­la­to, pun­ta pe­rò a mo­ne­tiz­za­re la sua even­tua­le ces­sio­ne (chie­de 12 mi­lio­ni); In­za­ghi spe­ra che ri­man­ga per­ché è con­vin­to che nel cor­so del­la sta­gio­ne pos­sa tor­na­re uti­le. Luc­ci, pro­cu­ra­to­re di Ba­de­lj, lo è an­che di Zap­pac­co­sta, ester­no de­stro del Chel­sea nel mi­ri­no del­la La­zio. Le due si­tua­zio­ni po­treb­be­ro in qual­che mo­do in­trec­ciar­si.

Il ca­so Ba­de­lj Il croa­to, ar­ri­va­to dal­la Fio­ren­ti­na a pa­ra­me­tro ze­ro, non gio­ca più e vuo­le an­da­re via

Bom­ber Ci­ro Im­mo­bi­le, 28 an­ni, è al­la ter­za sta­gio­ne in bian­co­ce­le­ste

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.