Se­dut­to­ri in­vo­lon­ta­ri e don­ne fa­ta­li nel mon­do di An­tho­ny Trol­lo­pe

Corriere della Sera - Sette - - Passa Parola -

QUE­STA RU­BRI­CA

ha le sue fe­ste co­man­da­te. Una è quan­do esce un li­bro di An­tho­ny Trol­lo­pe, ro­man­zie­re in­gle­se (1815-1882) in­giu­sta­men­te snob­ba­to. A ogni nuo­vo Trol­lo­pe (sta­vol­ta si trat­ta di Phi­neas Finn ,il se­con­do del Ci­clo Po­li­ti­co o Ci­clo dei Pal­li­ser) ri­vol­go un pen­sie­ro gra­to a El­vi­ra Sel­le­rio, fon­da­tri­ce dell’omo­ni­ma ca­sa edi­tri­ce, che ha per­se­ve­ra­to per an­ni nel pro­por­re i li­bri del­lo scrit­to­re, a par­ti­re dal pro­di­gio­so Ci­clo del Bar­se­tshi­re, an­che quan­do dai let­to­ri (il mer­ca­to?) non pro­ve­ni­va­no gran­di se­gna­li di in­co­rag­gia­men­to. Phi­neas Finn, l’eroe che dà no­me al­la sto­ria, è un gio­va­not­to al­to, bel­lo e di buon ca­rat­te­re, che non la­scia in­dif­fe­ren­ti le don­ne. Pe­rò è un se­dut­to­re in­vo­lon­ta­rio (co­me cer­ti omi­ci­di), qua­si non si ac­cor­ge del suo fa­sci­no, ed è tor­men­ta­to da un sac­co di pro­ble­mi. Ap­pe­na ven­ti­cin­quen­ne è sta­to elet­to, qua­si per ca­so e tan­to per il suo char­me (una don­na po­ten­te lo ha pre­so in sim­pa­tia), de­pu­ta­to in Par­la­men­to. Il gua­io è che non ha uno scel­li­no: all’epo­ca (gli an­ni Ses­san­ta dell’Ot­to­cen­to) i de­pu­ta­ti non per­ce­pi­va­no sti­pen­di. Ha fat­to il pas­so più lun­go del­la gam­ba? Sa­reb­be sta­to me­glio pro­se­gui­re nel­la len­ta ma so­li­da car­rie­ra di av­vo­ca­to? Non è che fi­ni­rà in pre­ci­pi­to­sa ro­vi­na (bru­cian­do­si le ali co­me Ica­ro che si av­vi­ci­nò trop­po al so­le, chio­sa il sag­gio An­tho­ny)? Per gli uo­mi­ni nel­le sue con­di­zio­ni la co­sa mi­glio­re, se­con­do un’espres­sio­ne del tem­po, è «spo­sa­re del de­na­ro» (gen­te pra­ti­ca, gli in­gle­si). Phi­neas lo sa, ma non è uno sen­za scru­po­li e poi, so­prat­tut­to, fa un di­scre­to ca­si­no (una quan­ti­tà in­nu­me­re­vo­le di gaf­fe) con le don­ne e l’amo­re.

In­tor­no al gio­va­not­to si muo­vo­no don­ne ter­ri­bil­men­te at­traen­ti (e non so­lo in sen­so fi­si­co). Il ca­ta­lo­go è que­sto. La­dy Lau­ra Stan­di­sh (la don­na po­ten­te che ha mes­so Phi­neas sot­to la sua pro­te­zio­ne). La de­li­zio­sa or­fa­na ed ere­di­tie­ra Vio­let Ef­fin­gham, dal

A si­ni­stra, El­vi­ra Sel­le­rio

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.