«Sen­za i mi­gran­ti chis­sà chi col­ti­ve­reb­be le no­stre vi­gne»

Corriere della Sera - Sette - - Questo Non Lo Scriva Intervista Classica - Di Gian Pao­lo Or­mez­za­no

«Cer­co di sta­re sul­la ter­ra il più pos­si­bi­le, in tut­ti i sen­si», di­ce il pa­dre di Slow Food. «I con­ta­di­ni so­no la tri­bù più splen­di­da del pia­ne­ta. E la sa­ga ma­schi­li­sta de­gli chef in tv è un er­ro­re sto­ri­co: la don­na cu­ci­na più e me­glio de­gli uo­mi­ni». Poi rac­con­ta che pa­pa Fran­ce­sco gli ha te­le­fo­na­to più vol­te: «Al­la fi­ne, mi ha de­fi­ni­to un “agno­sti­co pio”: mi pia­ce, so­no io»

L’UO­MO MI HA AP­PE­NA IM­PO­STO

il me­nu del pran­zo “te­sta a te­sta” pres­so il ri­sto­ran­te dell’al­ber­go L’Agen­zia (a Pol­len­zo, fra­zio­ne di Bra, pro­vin­cia di Cu­neo) che ri­ce­ve gli ospi­ti le­ga­ti all’Uni­ver­si­tà de­gli Stu­di di Scien­ze Ga­stro­no­mi­che, in­ven­zio­ne sua dal 2004 con ora sei­cen­to stu­den­ti, la me­tà stra­nie­ri (ar­ri­va­no da Ci­na, Usa, Au­stra­lia, Afri­ca, Ame­ri­ca Latina). Il me­nu, al­lo­ra: car­ne cru­da con tar­tu­fi, uo­vo in ca­mi­cia con tar­tu­fi, ta­glio­li­ni con tar­tu­fi, sor­bet­to al li­mo­ne sen­za tar­tu­fi. I tar­tu­fi so­no pre­co­ci, non var­reb­be­ro la gros­sa spe­sa, ma è lui che in­sa­po­ri­sce il pran­zo, lui Car­lo an­zi Car­lin Pe­tri­ni, da Bra, an­ni 70, sca­po­lo­ne esper­to di bel­le don­ne, in­ven­to­re crea­to­re am­ba­scia­to­re go­ver­na­to­re di Slow Food (or­ga­niz­za­zio­ne in­ter­na­zio­na­le dal 1989; pri­ma, dal 1986, era Ar­ci­go­la, in sal­sa do­me­sti­ca e de­ci­sa­men-

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.