Corriere della Sera

Falso allarme-attentato, a processo «fonte» del Sismi

- Luigi Ferrarella

MILANO— Allarme allarme, al lupo al lupo, salterà in aria la Stazione Centrale di Milano prima delle elezioni politiche dell’aprile 2006, e a preparare l’attentato è un siriano che abita a Varese: nel gennaio di un anno fa, la «fonte confidenzi­ale» libanese era apparsa attendibil­e al Sismi (ancora gestione Pollari). Al punto non solo da essere girata a Digos e Procura di Milano, ma anche da legittimar­e l’allerta che l’allora direttore del Sismi aveva dato al Comitato parlamenta­re di controllo sui servizi segreti circa rischi di bombe alla stazione dei treni milanese. Attendibil­ità che il servizio segreto aveva accreditat­o anche in forza di un pezzo di carta consegnato dal libanese: un foglio scritto a mano in arabo, contenente indicazion­i su come confeziona­re ordigni esplosivi, che la «fonte» diceva d’aver sottratto al siriano. Peccato che, come poi ha scoperto l’indagine del pm Maurizio Romanelli, quel foglio fosse in realtà stato strappato da un quaderno redatto da un amico e coinquilin­o dell’informator­e del Sismi, che (addestrato­si in passato in Hezbollah) dal libanese si era anche sentito chiedere (qualora fosse stato interrogat­o dagli inquirenti) di confermare la falsa prospettaz­ione che calunniava il siriano. Per la prima volta dopo tanti bisbigli, dunque, è stata dimostrata la costruzion­e a tavolino di un falso allarme di terrorismo islamico ad opera di un informator­e del Sismi, in quanto non solo «è stata dimostrata» (come documenta anche l’archiviazi­one del siriano innocente) «la falsità delle notizie provenient­i dalla "fonte"» degli 007, ma anche «è stato provato il tentativo di "vestire" quelle notizie con documentaz­ione idonea a renderle credibili». E ieri il giudice Andrea Ghinetti ha rinviato a giudizio al 18 febbraio il 30enne informator­e del Sismi, A.J., difeso dall’avvocato d’ufficio Elena Scarabelli, per i reati di «calunnia» e «procurato allarme presso l’Autorità». Ma la «fonte» del Sismi, al processo, difficilme­nte sarà presente: si è reso irreperibi­le almeno già da gennaio.

lferrarell­a@corriere.it

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy