Corriere della Sera

In pista, ma per imparare a essere prudenti

È boom per le scuole di guida sicura: «Quanto sono distratti gli automobili­sti...»

- Paolo Lorenzi

MILANO — «Gli italiani al volante? Bravi, ma distratti», parola di Siegfried Stohr, ex pilota di Formula 1, fondatore della scuola Guidare Pilotare. «Le nostre strade sono un ottimo banco di prova — aggiunge l’ex campione riminese, a dispetto del nome tedesco — e dimostrano che molti automobili­sti hanno molto da imparare quanto a rispetto del Codice e attenzione generale». Ma almeno sono desiderosi di imparare, almeno a giudicare dal crescente successo dei corsi per migliorare l’abilità al volante.

Oltre a Stohr, che fa lezione sul circuito di Misano Adriatico, l’altra stella della guida sicura è Andrea De Adamich, «in cattedra» sulla pista di Varano de’ Melegari, vicino a Parma. La differenza tra i loro programmi e gli altri (numerosi) sparsi in tutt’italia sta nella solidità della struttura che essi mettono a disposizio­ne degli allievi. Dallo staff di altissimo livello (tutti esperti piloti, con il talento aggiuntivo di saper comunicare: lo stesso Stohr, del resto, ha una laurea in psicologia) alla pista, dall’area at- trezzata per simulare frenate sul bagnato e altre situazioni di emergenza alle aule per la teoria. Sul circuito l’allievo ci va accompagna­to dall’istruttore, che corregge gli errori (rilevati dalla telemetria) e suggerisce le tecniche più corrette per controllar­e il veicolo, e ottenere qualche gratificaz­ione. Già, perché nonostante quello che certi (i peggiori) guidatori credono, fra sicurezza e piacere di guida c’è un rapporto di causa-effetto. «La pista è un’ottima palestra — spiega Gordon De Adamich, ex pilota e figlio di Andrea — perché permette di sperimenta­re il limite».

La didattica si adegua all’evoluzione dell’auto. Abs e controlli elettronic­i di stabilità e trazione stanno cambiando il modo di guidare. «Agli inizi puntavamo sulla velocità e sulle traiettori­e in curva — racconta Stohr — oggi curiamo di più l’uso dell’accelerato­re e del freno. Soprattutt­o quest’ultimo, perché l’abs permette di f r e nar e c on pi ù deci s i one. Mentre molti si comportano come quando il rischio era di inchiodare, e frenano poco». Spesso si sbagliano le cose più semplici, come la posizione delle mani sul volante («Per non parlare ovviamente, delle mani impegnate col cellulare») e l’uso del cambio.

Gli allievi più portati possono progredire con i corsi di guida sportiva. Ma ci sono anche proposte più sorprenden­ti. Il drifting, per esempio, insegna a controllar­e le sbandate: se ne occupa la scuola Solocurved­itraverso dell’ex pilota Nicola Tesini, che organizza anche il campionato di specialità, una moda nata in Giappone, emigrata negli Usa, infine approdata in Europa. Stagionali sono i corsi su neve e ghiaccio. Per gli appassiona­ti più eccentrici i corsi di guida acrobatica gestiti dal Driving Camp. Mentre chi ama il rally può affidarsi a un maestro come l’ex campione del mondo Alex Fiorio. Per l’off road puro l’indirizzo è quello della Federazion­e Italiana Fuoristrad­a. Le supercar? Ci sono corsi specializz­ati anche in questo segmento: dalla neonata Mercedes Amg alla Maserati, dalla Bmw alla Ferrari.

 ??  ??
 ??  ?? Fondata nel 1982 (prima in Italia) da Siegfried Stohr, ex pilota di F1, propone corsi di guida sicura, sportiva, «difensiva» (cioè: orientata alla prevenzion­e degli incidenti), di drifting ed ecodriving. Sede, il circuito di Misano Adriatico. Vetture:...
Fondata nel 1982 (prima in Italia) da Siegfried Stohr, ex pilota di F1, propone corsi di guida sicura, sportiva, «difensiva» (cioè: orientata alla prevenzion­e degli incidenti), di drifting ed ecodriving. Sede, il circuito di Misano Adriatico. Vetture:...
 ??  ?? «Sei un appassiona­to di rally — domanda l’home page del sito — ma non hai mai fatto una gara e ti piacerebbe iniziare come pilota o navigatore?». Se la risposta è sì, la scuola giusta è quella di Alex Fiorio (Campione del Mondo Rally ’87) e Alex...
«Sei un appassiona­to di rally — domanda l’home page del sito — ma non hai mai fatto una gara e ti piacerebbe iniziare come pilota o navigatore?». Se la risposta è sì, la scuola giusta è quella di Alex Fiorio (Campione del Mondo Rally ’87) e Alex...
 ??  ?? «Nella guida si migliora divertendo­si». È il motto di Nicola Tesini, figlio di Danilo Tesini (meccanico di Tazio Nuvolari e costruttor­e di vetture Sport negli anni 50), ex pilota di F3000 e Turismo, e fondatore nel 2004 della scuola di drifting con...
«Nella guida si migliora divertendo­si». È il motto di Nicola Tesini, figlio di Danilo Tesini (meccanico di Tazio Nuvolari e costruttor­e di vetture Sport negli anni 50), ex pilota di F3000 e Turismo, e fondatore nel 2004 della scuola di drifting con...
 ??  ?? «Non è una scuola di pilotaggio, né insegna a raggiunger­e record di velocità su pista, ma si rivolge a chi vuole imparare, divertendo­si, a dominare la propria auto». È il programma del Driving Camp di Carlo Rossi, ex pilota di Turismo e istruttore dal...
«Non è una scuola di pilotaggio, né insegna a raggiunger­e record di velocità su pista, ma si rivolge a chi vuole imparare, divertendo­si, a dominare la propria auto». È il programma del Driving Camp di Carlo Rossi, ex pilota di Turismo e istruttore dal...
 ??  ?? Siegfried Stohr, ex pilota
Siegfried Stohr, ex pilota

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy