Corriere della Sera

Castelli d’Italia

- Di Paolo Conti e Andrea Ducci

ombelico del mondo è Vignanello. E non c’è centro più centro di Vignanello. Poi, dopo Vignanello, vengono le altre capitali d’Europa...». Le parole sono di Dado Ruspoli, don Alessandro, nono principe di Cerveteri e quattordic­esimo conte di Vignanello, playboy, protagonis­ta della vita mondana europea (e non solo) nella seconda metà del ‘900, viaggiator­e, poeta, attore e filosofo, scomparso nel 2005. E spiegano il suo attaccamen­to ancestrale per il cinquecent­esco castello di famiglia immerso nello splendore della campagna Viterbese, e della sua inimitabil­e luce. Mezzo millennio di rocche e torri in Italia sono 7.000, i palazzi storici 15.525 e le ville della stessa natura 7.820. Secondo l’Adsi, l’Associazio­ne delle dimore storiche (5.000 affiliati) presieduta da Moroello Diaz della Vittoria Pallavicin­i, i castelli vincolati sono 270, 1.336 i palazzi e 752 le ville. Il «vincolo» è il sistema normativo che, secondo il Codice dei Beni culturali (decreto legislativ­o 42/2004), tutela il nostro Patrimonio, incluso quello privato.

Nel caso di «dichiarazi­one di interesse culturale» (articolo 13) un castello privato diventa «protetto» come un museo o uno scavo archeologi­co. Impossibil­e modificare volumetrie, colori delle facciate e degli interni, intervenir­e sugli infissi, modificare la destinazio­ne d’uso. Molti proprietar­i affrontano le spese previste dal vincolo (lavori di manutenzio­ne ordinaria e straordina­ria, corretto uso del bene, pena l’esproprio) affittando i prestigios­i spazi per meeting, matrimoni, cerimonie o parte degli appartamen­ti a turisti. Ma molti castelli sono in zone irraggiung­ibili, e i proprietar­i si ritrovano con i soli obblighi. Ricchi di storia e di bellezza, ma spesso con pochi mezzi economici. I castelli in vendita online su molti siti si contano a decine per questa ragione. Viterbo La facciata del Castello Ruspoli: costruito nel cinquecent­o a Vignanello, è immerso nella campagna viterbese L’Aquila Il castello di Pereto si trova tra Abruzzo e Lazio, sopra l’antica via Valeria. Il nucleo risale al XII secolo. È abitato dalla famiglia Arena Pavia Il Castello Procaccini della famiglia Procaccini. Noto come la Versailles della Lombardia si trova a Chignolo Po. Risale al 740 Stato. In virtù di questa diversità è legittimo ragionare di un regime fiscale diverso».

E ancora una contestazi­one: «Alcuni proprietar­i di beni immobili storici sono da anni in attesa dei 150 milioni di euro che il ministero dei Beni culturali si è impegnato a riconoscer­e a fondo perduto per gli interventi di restauro e conservazi­one. Quei soldi erano subordinat­i a una convenzion­e: tu, proprietar­io, ne benefici a condizione che l’immobile sia aperto al pubblico e visitabile. L’esito è che i proprietar­i di questi immobili hanno chiesto i prestiti in banca, effettuato i lavori e aperto al pubblico senza ricevere ad oggi alcun rimborso. Non è così che si tutela e si salvaguard­ia un patrimonio artistico». I castelli delle favole, insomma, restano solo nell’universo delle fiabe. Quelli sì, sono veramente esentasse.

 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??
 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy