Corriere della Sera

Oggi l’intervento dell’ex premier che troverà anche l’ex delfino Alfano

-

complotto», che a fine novembre 2011, a colpi di spread, costrinse Berlusconi all’addio a Palazzo Chigi.

Oggi si riparte. Ma non da lì, assicurano, i forzisti. O almeno ci sperano, ostentando sicurezza. Primo fra tutti Antonio Tajani che oggi sarà riconferma­to, salvo colpi di scena, alla vicepresid­enza del Partito popolare europeo. «Non c’è un clima teso con la Germania. Perché? Ancora per quella battuta che non ha mai detto?».

Ma la certezza di un disgelo si avrà solo oggi. Quando i due torneranno faccia a faccia, 4 anni dopo quelle risatine di Angela Merkel e Nicolas Sarkozy alla conferenza stampa dopo il Consiglio europeo del 23 ottobre 2011. Suonate sinistre quando, appena 20 giorni dopo — con le dimissioni da premier — per Berlusconi iniziò la caduta, culminata, il primo agosto 2013, con la condanna per frode fiscale.

L’incontro, tanto auspicato da Berlusconi per distrarre i moderati dall’abbraccio con il leader leghista Matteo Salvini e per riaccredit­arsi come leader internazio­nale in vista del rientro sulla scena politica, ci sarà. Prima a pranzo. Al summit con i 14 capi di Stato e di governo Ue che fanno parte della grande famiglia del Ppe. Dai presidenti della Commission­e e del Consiglio Ue, Jean-Claude Juncker e Donald Tusk, al padrone di casa: il premier Mariano Rajoy, in cerca di sostegno, per le elezioni generali del 20 dicembre. Ma, infaticabi­le, il leader di FI ha

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy