Corriere della Sera

La vicenda

-

Il Consiglio supremo di Difesa, massimo organo di sicurezza, si è riunito ieri al Quirinale sotto la presidenza di Sergio Mattarella

Il terrorismo è diventato una preoccupaz­ione molto seria per l’Italia. Ci sono segnali gravi dai quali emerge che le aggression­i armate minacciano di «investire il nostro Paese». L’allarme viene dal massimo organo di sicurezza, il Consiglio supremo di Difesa, che si è riunito al Quirinale sotto la presidenza di Sergio Mattarella, per valutare gli sviluppi che stanno avvenendo negli scenari più tempestosi, soprattutt­o nell’ambito mediterran­eo.

Durante il summit si è messo in evidenza che abbiamo davanti «un quadro delle relazioni internazio­nali e della sicurezza in rapido e sensibile deterioram­ento in aree molto prossime all’Italia e all’Europa e nel vicino Oriente». In particolar­e, dal fronte dell’Isis (o Daesh, come suggerisce di chiamare i tagliagole il ministro francese Fabius) continuano ad arrivare scene di orrore. Mentre «si assiste a crescenti ondate migratorie e al moltiplica­rsi dei conflitti», di fronte ai quali gli sforzi della Comunità internazio­nale « incontrano difficoltà enormi nella gestione delle crisi internazio­nali».

Ma le preoccupaz­ioni maggiori per il nostro Paese riguardano l’imminente Giubileo, che potrebbe incoraggia­re atti di terrorismo, e soprattutt­o la situazione caotica che regna in Libia. Sembrava nei giorni Il Consiglio supremo di difesa è un organo di rilievo costituzio­nale presieduto dal Presidente della Repubblica che «esamina i problemi generali politici e tecnici attinenti alla difesa nazionale e determina i criteri e fissa le direttive per l’organizzaz­ione e il coordiname­nto delle attività che comunque la riguardano». Ne fanno parte il Presidente del Consiglio, i ministri degli Esteri, della Difesa, dell’Interno, dell’Economia e Finanze, dello Sviluppo Economico, il Capo di Stato Maggiore.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy