Corriere della Sera

Allarme del Fai: non solo grandi navi, a Venezia turismo senza regole

Oggi in San Marco l’inaugurazi­one della mostra di Gianni Berengo Gardin contestata dal sindaco Brugnaro

- E. S.

«Le navi sono solo l’epifenomen­o più vistoso e più disturbant­e di un fenomeno drammatico: Venezia ha un terzo degli abitanti che aveva nel ‘700, cioè 50 mila abitanti, e riceve trenta milioni di visitatori l’anno. È un carico insopporta­bile per la città che, continuand­o così, muore».

L’allarme è del professor Andrea Carandini, presidente del Fai, il Fondo Ambiente Italiano, che oggi lancerà un appello preciso al ministro dei Beni culturali Dario Franceschi­ni: «È necessaria una svolta radicale di conoscenza e di prassi riguardo alla malattia di Venezia, che è anche una malattia di Firenze e di Roma, seppure assai più grave nella Laguna per quello di Venezia, perché c’è l’opinione pubblica mondiale che ci guarda».

La mostra in origine si sarebbe dovuta tenere a Palazzo Ducale. «Ma il sindaco Luigi Brugnaro non l’ha voluta accogliere e allora ce ne siamo occupati noi», aggiunge il professor Carandini, che rifiuta però di alimentare nuove polemiche. «Noi vogliamo andare oltre il tema delle navi. Qui il punto è una monocultur­a turistica non governata. Lo Stato e gli enti locali, invece, devono governare questo fenomeno. Di sicuro mancano dati certi e imparziali riguardo al turismo eccessivo: è necessario uno studio».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy