Dj, la sfi­da è in cop­pia

Da pro­dut­to­ri di suc­ces­si al­trui a pro­ta­go­ni­sti del­la sce­na pop Merk & Kre­mont: «Fa­re mu­si­ca per se stes­si è più com­pli­ca­to» Il duo mi­la­ne­se, The Chain­smo­kers, Ta­ka­gi e Ke­tra: il boom dei nuo­vi «can­tau­to­ri» dan­ce

Corriere della Sera - - SPETTACOLI - Ste­fa­no Lan­di

Stan­no scen­den­do dal­la sca­let­ta dell’ae­reo. Cor­fù, Gre­cia. Due gior­ni fa era­no a Du­bai. En­tro qual­che gior­no sa­ran­no in Asia, via Gal­li­po­li. A par­te il fu­so ora­rio tut­to be­ne. Che Merk & Kre­mont ab­bia­no più suc­ces­so all’este­ro che in Ita­lia è cer­ti­fi­ca­to dal fat­to che hanno una pa­gi­na su Wi­ki­pe­dia in in­gle­se e non ita­lia­no. Fe­de­ri­co Mer­cu­ri e Gior­da­no Cre­mo­na so­no due gio­va­ni dj mi­la­ne­si adot­ta­ti dal­le con­sol­le di mez­zo mon­do. So­no gli au­to­ri di tor­men­to­ni al­trui. Un esem­pio? «An­dia­mo a co­man­da­re» che hanno cu­ci­na­to per Ro­vaz­zi. La lo­ro car­rie­ra è ar­ri­va­ta a una svol­ta pop: con «Sad Sto­ry» i due ini­zia­no a fir­ma­re i lo­ro pez­zi. Non più so­lo pro­dut­to­ri di suc­ces­so, ma ar­ti­sti a 360 gra­di, con un nome e una fac­cia: «È il mo­men­to di met­ter­si in gio­co de­fi­ni­ti­va­men­te: pro­dur­re pez­zi per gli al­tri è un al­le­na­men­to. Fa­re mu­si­ca per noi è più com­pli­ca­to, ma ha più va­lo­re» rac­con­ta­no.

Non so­no gli uni­ci pro­dut­to­ri a de­cli­na­re la pro­pria car­rie­ra in pri­ma per­so­na. Or­mai è una ten­den­za. È so­prat­tut­to la storia dei The Chain­smo­kers, dj-can­tau­to­ri per an­to­no­ma­sia: «Par­lia­mo dei no­stri pro­ble­mi in chia­ve iro­ni­ca. Sia­mo un po’ can­tau­to­ri, que­sto ci ren­de di­ver­si da tan­ti che fan­no mu­si­ca elet­tro­ni­ca» spiegano An­drew Tag­gart e Alex Pall, due ra­gaz­zi new­yor­che­si che fa­ce­va­no i dj al­le fe­ste del col­le­ge, poi hanno co­min­cia­to a pro­dur­re mu­si­ca in pro­prio e il lo­ro suo­no ha fat­to il gi­ro del mon­do ar­ri­van­do a no­bi­li orec­chie. In par­ti­co­la­re a quel­le dei Cold­play: la lo­ro «So­me­thing Ju­st Li­ke This», usci­ta a feb­bra­io, è una hit glo­ba­le. Il pez­zo esce pro­prio fir­ma­to Chain­smo­kers, con Ch­ris Mar­tin e so­ci co­me «ospi­ti» di un sin­go­lo da 540 mi­lio­ni di clic.

Il gio­co del­le cop­pie fun­zio­na an­che con Ta­ka­gi & Ke­tra, all’ana­gra­fe Ales­san­dro Mer­li e Fa­bio Cle­men­te: due che la ri­cet­ta dei tor­men­to­ni la co­no­sco­no a me­mo­ria: sen­za sta­re sot­to i ri­flet­to­ri ne­gli ul­ti­mi an­ni hanno sfor­na­to «Ro­maBan­g­kok» af­fi­da­ta al­la vo­ce di Ba­by K e Giu­sy Fer­re­ri (9 di­schi di pla­ti­no), «Vor­rei ma non po­sto» di J-Ax e Fe­dez e pu­re «Fe­no­me­no» di Fa­bri Fi­bra. Una svol­ta pop con­sa­cra­ta dall’ul­ti­mo sin­go­lo esti­vo «L’eser­ci­to del sel­fie»: scritto e fir­ma­to Ta­ka­gi e Ke­tra con Ari­sa e Lo­ren­zo Fra­go­la (so­lo) co­me fea­tu­ring. An­che i mi­la­ne­si 2nd Roof, so­no una cop­pia mu­si­cal­men­te di fat­to e di suc­ces­so. Au­to­ri di ri­fe­ri­men­to nel mon­do hip hop ita­lia­no. Con hit ser­vi­te per la vo­ce di Gué Pe­que­no, Emis Kil­la e tan­ti al­tri rap­per.

Nel lo­ro sin­go­lo, su­bi­to de­col­la­to gra­zie a Spo­ti­fy, e ri­lan­cia­to in que­sti gior­ni dal vi­deo gi­ra­to in Co­rea, Merk & Kre­mont hanno chie­sto la vo­ce a un gio­va­ne can­tan­te in­gle­se: «Si chia­ma Ady Su­lei­man, l’ab­bia­mo sco­per­to una not­te in mac­chi­na cer­can­do con Sha­zam un bra­no che pas­sa­va al­la ra­dio. Fa par­te del no­stro la­vo­ro sco­pri­re non fa­mo­si di ta­len­to. L’ab­bia­mo con­tat­ta­to su Twit­ter» rac­con­ta­no i due. La lo­ro storia è quel­la di cer­vel­li Edm in fu­ga: «Fa­ce­va­mo i dj nel­le di­sco­te­che mi­la­ne­si, ma pro­dur­re ci ha per­mes­so di scap­pa­re dal­la lo­gi­ca che fun­zio­na­va nei lo­ca­li in Ita­lia: do­ve il dj è bra­vo so­lo se por­ta tan­ta gen­te, co­me fos­se un pr».

Merk & Kre­mont non so­no dei na­ti­vi elet­tro­ni­ci: «Da sem­pre ascol­tia­mo fun­ky, soul, jazz. Ci af­fa­sci­na la cul­tu­ra black. Per pro­dur­re buo­na mu­si­ca de­vi far­ti in­fluen­za­re da tut­to, se no fa­re­sti sem­pre la stes­sa co­sa» spie­ga Kre­mont, che di co­gno­me fa Cre­mo­na ed è il fi­glio di Raul, il ce­le­bre ma­go Oron­zo di «Ze­lig»: «Mi dà ot­ti­mi con­si­gli sull’aspet­to più im­pren­di­to­ria­le del mio la­vo­ro».

Ora che il pro­dut­to­re non è più so­lo quel­lo che fa le ba­si mu­si­ca­li, di­ven­ta più com­pli­ca­to az­zec­ca­re la de­fi­ni­zio­ne esat­ta del ruo­lo. Di cer­to la ten­den­za di­ce che fun­zio­na­no se so­no in cop­pia: «C’è un mo­ti­vo cul­tu­ra­le e uno tec­ni­co. Chi fa il no­stro la­vo­ro ha so­sti­tui­to nell’im­ma­gi­na­rio il ruo­lo del­le band rock. In due si vi­ve di con­si­gli e sti­mo­li re­ci­pro­ci» spiegano Merk & Kre­mont. Mu­si­ci­sti? «Il mu­si­ci­sta suo­na. Noi sia­mo an­che in­ge­gne­ri del suo­no, sound de­si­gner. For­se sia­mo una nuo­va for­ma di di­ret­to­re d’or­che­stra».

La scel­ta Gli au­to­ri di «An­dia­mo a co­man­da­re»: è ar­ri­va­to il mo­men­to di met­ter­si in gio­co

Al­la con­sol­le Gior­da­no Cre­mo­na, 25 an­ni (a si­ni­stra) e Fe­de­ri­co Mer­cu­ri (25) in­sie­me so­no Merk & Kre­mont: con il sin­go­lo «Sad Sto­ry» lan­cia­no la lo­ro sfi­da pop fir­man­do i pro­pri pez­zi

The Chain­smo­kers «So­me­thing Ju­st Li­ke This» del duo new­yor­che­se con i Cold­play è una hit mon­dia­le

Ta­ka­gi e Ke­tra Tra i lo­ro suc­ces­si «Ro­ma-Ban­g­kok» di Ba­by K e Fer­re­ri e «Fe­no­me­no» di Fa­bri Fi­bra

2nd Roof Il duo mi­la­ne­se ha pro­dot­to al­cu­ni suc­ces­si di Gué Pe­que­no, Fe­dez, Ja­ke la Fu­ria, Emis Kil­la e Roc­co Hunt

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.