Che col­ti­va ba­si­li­co e ru­co­la

Ar­ri­va­to dall’ohio in una na­ve da cro­cie­ra vi­ve in una co­mu­ni­tà di due­mi­la uo­mi­ni (e il dop­pio di or­si) a 20 gra­di sot­to ze­ro

Corriere della Sera - - Cronache -

ter­mo­me­tro se­gna ze­ro gra­di, men­tre in una ten­da più pic­co­la, ri­scal­da­ta da una stu­fet­ta e ri­ser­va­ta al­le col­ti­va­zio­ni più sen­si­bi­li, si sfio­ra­no i 10 gra­di: ep­pu­re tut­ti qui den­tro so­no a mez­ze ma­ni­che.

«So­no ar­ri­va­to nel 2007 co­me cuoco su una na­ve da cro­cie­ra, per­ché mi ave­va­no pro­po­sto di pas­sa­re un’esta­te al­le Sval­bard, do­po che già ave­vo fat­to una sta­gio­ne in An­tar­ti­de», rac­con­ta Ben, che ha 40 an­ni e viene da Cle­ve­land, Ohio. Lo chef, con una pas­sio­ne per il ci­bo ere­di­ta­ta da un pa­ren­te ita­lia­no, co­me tie­ne a pre­ci­sa­re, si pe­rò è fat­to su­bi­to co­no­sce­re, e in po­co tem­po il di­ret­to­re del più gran­de al­ber­go dell’iso­la, il Ra­dis­son, gli ha of­fer­to un im­pie­go. Ben ha por­ta­to co­sì a Lon­gyear­bean la mo­glie e i quat­tro fi­gli, in­te­gran­do­si in que­sta co­mu­ni­tà po­po­la­ta da 2 mi­la es­se­ri uma­ni e qua­si il dop­pio di or­si, e abi­tuan­do­si a vi­ve­re al buio tra ot­to­bre e feb­bra­io, e con la lu­ce pe­ren­ne nel re­sto dell’an­no. E nel 2015 ha avu­to l’in­tui­zio­ne di lan­ciar­si in que­st’av­ven­tu­ra.

«La mia idea era di av­via­re una pro­du­zio­ne di ci­bo fre­sco in un po­sto in cui viene im­por­ta­to tut­to», con­ti­nua. «Al­le Sval­bard tut­to quel­lo che man­gia­mo ar­ri­va in ae­reo o su na­ve dal­la Nor­ve­gia. Ho do­vu­to im­por­ta­re an­che il ter­re­no, vi­sto che qui ci so­no so­lo roc­ce. E poi ho im­pie­ga­to più di un an­no per con­vin­ce­re le au­to­ri­tà a far en­tra­re i ver­mi con cui pro­du­co i miei fer­ti­liz­zan­ti». Per mo­ti­vi sa­ni­ta­ri nell’ar­ci­pe­la­go non può en­tra­re nes­sun ani­ma­le vi­ven­te.

Il so­gno di Ben sa­reb­be quel­lo di rea­liz­za­re un mo­del­lo di eco­no­mia cir­co­la­re, sfrut­tan­do gli scar­ti ve­ge­ta­li per pro­dur­re bio­gas con cui ri­scal­da­re le sue col­ti­va­zio­ni. Ma per ora è un’uto­pia, la sua ser­ra pro­du­ce so­lo po­chi quin­ta­li di in­sa­la­ti­ne ed er­bet­te fre­sche. I ri­fiu­ti pe­rò so­no una real­tà. E con il de­col­lo del tu­ri­smo — l’an­no scor­so sul­le Sval­bard si so­no con­ta­te 120 mi­la pre­sen­ze — so­no di­ven­ta­ti una mon­ta­gna: 30 ton­nel­la­te di spaz­za­tu­ra, da ri­spe­di­re in Nor­ve­gia via car­go.

Al la­vo­ro Be­n­ja­min Vid­mar nel suo or­to po­la­re

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.