Corriere della Sera

«So­no ca­si dei gior­ni scor­si E stia­mo fa­cen­do le ana­li­si agli an­zia­ni ospi­ti del­le Rsa»

L’in­fet­ti­vo­lo­go Ce­re­da: la si­tua­zio­ne si è as­se­sta­ta

- Ste­fa­no Lan­di

MILANO È sta­to co­sì nei pe­rio­di più ne­ri dell’epi­de­mia. Lo è an­che og­gi che si ve­de tan­ta lu­ce in ogni in­di­ca­to­re. I da­ti del­la Lom­bar­dia in­fluen­za­no quel­li na­zio­na­li. Og­gi ad esem­pio nel­la ca­sel­la dei nuo­vi con­ta­gi qual­cu­no ha sbar­ra­to gli oc­chi (ri)ve­den­do un +1.033 do­po di­ver­si gior­ni sot­to quo­ta 500.

«Nes­sun al­lar­me, per­ché su quel da­to ci so­no al­me­no due que­stio­ni che in­flui­sco­no», spiega pe­rò il dot­tor Da­ni­lo Ce­re­da, re­spon­sa­bi­le del­le Ma­lat­tie in­fet­ti­ve dell’uni­tà di cri­si di Re­gio­ne Lom­bar­dia.

Da co­sa di­pen­de quel nu­me­ro?

«Dal fat­to che, per un ri­tar­do di flus­so di co­mu­ni­ca­zio­ne di da­ti dell’ats di Bergamo e qual­co­sa an­che da Va­re­se, 419 ca­si ri­sal­go­no a pri­ma del 5 mag­gio».

Re­sta­no 614 nuo­vi po­si­ti­vi di gior­na­ta?

«Che pe­rò van­no mi­su­ra­ti con l’al­tis­si­mo nu­me­ro di tam­po­ni. Dei 20.602 con­ta­bi­liz­za­ti ie­ri, cir­ca 4 mi­la era­no pre­ce­den­ti. Ma ne re­sta­no qua­si 15 mi­la. Per cui la per­cen­tua­le di tam­po­ni po­si­ti­vi è del 4 per cen­to. Che si­gni­fi­ca uno su 25 ese­gui­ti. Che cor­ri­spon­de al da­to del­le ul­ti­me set­ti­ma­ne».

Uscen­do per un attimo da nu­me­ri e de­ci­ma­li che idea vi sie­te fat­ti del trend?

«I nu­me­ri van­no sem­pre con­si­de­ra­ti nel lo­ro in­sie­me e quel­li del­le ul­ti­me quat­tro set­ti­ma­ne ci rac­con­ta­no un qua­dro in co­stan­te ca­lo. L’ul­ti­mo R0 è in­tor­no al­lo 0,5».

Fi­no a qual­che gior­no fa pre­oc­cu­pa­va­no i nu­me­ri al­ta­le­nan­ti di Milano e del­la pro­vin­cia.

«An­che da que­sto pun­to di vi­sta la si­tua­zio­ne sem­bra es­ser­si as­se­sta­ta. I nu­me­ri era­no al­ti an­che in con­si­de­ra­zio­ne del nu­me­ro di abi­tan­ti: ol­tre 3 mi­lio­ni nel­la pro­vin­cia».

Che im­pat­to ha avu­to la Fa­se 2?

«Le pre­vi­sio­ni di­pen­do­no dai com­por­ta­men­ti del­la gen­te: dall’in­dos­sa­re ma­sche­ri­ne e man­te­ne­re il di­stan­zia­men­to. Co­sa che sta av­ve­nen­do. È grazie a que­ste at­ten­zio­ni che sia­mo riu­sci­ti a ri­bal­ta­re i nu­me­ri di qual­che set­ti­ma­na fa. Il 3 apri­le c’era­no 1.381 pa­zien­ti ri­co­ve­ra­ti in te­ra­pia in­ten­si­va. Og­gi so­no 322: si so­no ab­bas­sa­ti ve­lo­ce­men­te in po­chi

● Da­ni­lo Ce­re­da è re­spon­sa­bi­le del­le Ma­lat­tie in­fet­ti­ve dell’uni­tà di cri­si di Re­gio­ne Lom­bar­dia gior­ni. An­che l’at­ti­vi­tà dei pron­to soc­cor­so è tor­na­ta a nu­me­ri pre-co­vid».

E i nuo­vi con­ta­gi?

«Nel­la fa­se cri­ti­ca au­men­ta­va­no an­che di 3 mi­la al gior­no. Ora 10 vol­te me­no. E poi c’è da con­si­de­ra­re che per cer­ti ver­si so­no po­si­ti­vi­tà che stia­mo an­dan­do a cer­ca­re».

In che sen­so?

«Stia­mo pro­ces­san­do mol­ti più tam­po­ni e lo fac­cia­mo se­guen­do un per­cor­so di scree­ning mi­ra­to a cer­te ca­te­go­rie. Il per­so­na­le sa­ni­ta­rio ad esem­pio. E poi gli an­zia­ni nel­le Rsa. Sia­mo qua­si al 90 per cen­to di que­sta azio­ne di tam­po­ni si­ste­ma­ti­ci».

Si può pre­ve­de­re che fi­ni­ta que­sta fa­se i nu­me­ri sa­ran­no più bas­si?

«Stu­dia­mo i nu­me­ri e non fac­cia­mo pre­vi­sio­ni: il con­so­li­dar­si dei da­ti gior­no do­po gior­no pe­rò ci dà con­for­to».

Il tas­so di tam­po­ni po­si­ti­vi è del 4%. Si­gni­fi­ca uno su 25 ese­gui­ti, co­me nel­le ul­ti­me set­ti­ma­ne

 ??  ?? Chi è
Chi è

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy