Corriere della Sera

In Rus­sia boom di ca­si Il vi­rus è vi­ci­no a Pu­tin: po­si­ti­vo il por­ta­vo­ce

- di Fa­bri­zio Dra­go­sei Russia · United Kingdom · Spain · Vladimir Putin · Moscow · Rosneft

Men­tre la Rus­sia su­pe­ra Gran Bre­ta­gna e Spa­gna per con­ta­gi ed è se­con­da so­lo agli Usa, il co­ro­na­vi­rus si av­vi­ci­na sem­pre di più a Vla­di­mir Pu­tin.

Do­po il pre­mier Mi­shu­stin e due mi­ni­stri, an­che il por­ta­vo­ce del Crem­li­no Dmi­trij Pe­skov è ri­sul­ta­to po­si­ti­vo as­sie­me al­la mo­glie ed è sta­to ri­co­ve­ra­to in ospe­da­le. Pe­skov, che la­vo­ra con Pu­tin dai pri­mi Due­mi­la, è uno dei più stret­ti col­la­bo­ra­to­ri del lea­der rus­so e di­ce di aver in­con­tra­to Pu­tin l’ul­ti­ma vol­ta un me­se fa. La mo­glie Ta­tya­na Na­v­ka, ex cam­pio­nes­sa di pat­ti­nag­gio ar­ti­sti­co, ha det­to che la cop­pia ha scel­to il ri­co­ve­ro in ospe­da­le per pro­teg­ge­re gli al­tri com­po­nen­ti del­la fa­mi­glia e non per la gra­vi­tà del­la si­tua­zio­ne. Pu­tin da di­ver­se set­ti­ma­ne la­vo­ra da re­mo­to, com­ple­ta­men­te iso­la­to in una del­le re­si­den­ze pre­si­den­zia­li al­le por­te di Mo­sca. Pro­prio og­gi pe­rò si è fat­to ve­de­re in tv men­tre par­la­va a quat­tr’oc­chi con Igor Se­chin, pre­si­den­te del­la mag­gio­re com­pa­gnia pe­tro­li­fe­ra sta­ta­le, la Ro­sneft: era­no se­du­ti al­lo stes­so ta­vo­lo e a una di­stan­za di po­chi cen­ti­me­tri e nes­su­no dei due in­dos­sa­va la ma­sche­ri­na.

So­no sta­ti in­tan­to tut­ti bloc­ca­ti dal­le au­to­ri­tà in­ve­sti­ga­ti­ve i ven­ti­la­to­ri pol­mo­na­ri Aven­ta M pro­dot­ti in Rus­sia, do­po due dram­ma­ti­ci in­ci­den­ti che ne han­no tra­sfor­ma­ti due, nei gior­ni scor­si, in pe­ri­co­lo­si kil­ler. In un ospe­da­le di San Pie­tro­bur­go uno dei ven­ti­la­to­ri ha pre­so fuo­co men­tre era in fun­zio­ne. In un am­bien­te sa­tu­ro di os­si­ge­no, l’in­cen­dio è di­vam­pa­to in tut­ta la stan­za uc­ci­den­do cin­que pa­zien­ti ma­la­ti di Co­vid. Un al­tro in­cen­dio si era re­gi­stra­to in un ospe­da­le mo­sco­vi­ta: un al­tro mor­to. Si te­me che, nel­la fret­ta di pro­dur­re il mag­gior nu­me­ro pos­si­bi­le di ven­ti­la­to­ri, la fab­bri­ca ab­bia com­mes­so er­ro­ri nel mon­tag­gio dell’ap­pa­rec­chia­tu­ra. Dai die­ci ap­pa­rec­chi al gior­no che pro­du­ce­va a fi­ne mar­zo, la dit­ta è pas­sa­ta a 100 a fi­ne apri­le.

An­che a cau­sa dell’al­to nu­me­ro di te­st che ven­go­no ef­fet­tua­ti, si re­gi­stra­no più con­ta­gia­ti: ora so­no più di 10 mi­la al gior­no. Nel­le ul­ti­me 24 ore le per­so­ne ri­sul­ta­te in­fet­te so­no sta­te qua­si 11 mi­la e il to­ta­le ha rag­giun­to 232 mi­la.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy