Corriere della Sera

Uno sguar­do aper­to per ri­par­ti­re

-

«Es­se­re uni­ti, tut­ti, sen­za con­fi­ni. Per­ché il mon­do nuo­vo sa­rà sem­pre aper­to e glo­ba­le, e se ora de­si­de­ria­mo so­lo la mon­ta­gna o la spiag­gia a due pas­si da ca­sa, tor­ne­re­mo a es­se­re an­co­ra esplo­ra­to­ri di un pia­ne­ta che dob­bia­mo im­pa­ra­re a ri­spet­ta­re». Si chiu­de co­sì la pre­fa­zio­ne di Lu­cia­no Fon­ta­na, di­ret­to­re del «Cor­rie­re», a C’è un po­sto nel mon­do. Sia­mo noi. Con un mes­sag­gio di spe­ran­za che è an­che una con­di­zio­ne per ri­par­ti­re, quell’unio­ne tra in­di­vi­dui ne­ces­sa­ria per af­fron­ta­re il domani. An­che se l’og­gi fa pau­ra e non sap­pia­mo orien­tar­ci. Scri­ve San­dro Ve­ro­ne­si nel­la poesia Qui, che apre il li­bro: «C’è un po­sto del mon­do in cui il mon­do non è più/ il mon­do/ e que­sto po­sto è qui».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy