Corriere della Sera

Nar­ra­ti­va

Il mar­chio Ec­co, di pro­prie­tà di Har­pe­rcol­lins, pub­bli­ca la rac­col­ta «Sor­ry for Your Trou­ble» Ri­chard Ford, ne­gli Usa i nuo­vi racconti

- di Marco Bru­na

Ri­chard Ford tor­na al rac­con­to con una nuo­va rac­col­ta, Sor­ry for Your Trou­ble, ap­pe­na pub­bli­ca­ta ne­gli Sta­ti Uni­ti da Ec­co, mar­chio di pro­prie­tà di Har­pe­rcol­lins (pp. 258, $ 27.99).

I pro­ta­go­ni­sti so­no so­prat­tut­to uo­mi­ni di mez­za età che si con­fron­ta­no con i fal­li­men­ti e i do­lo­ri del­le lo­ro vi­te. Il li­bro è una ri­fles­sio­ne sul­la vec­chia­ia, sull’amore e sul ma­tri­mo­nio, pa­gi­ne che han­no il sa­po­re di un bi­lan­cio let­te­ra­rio e uma­no. In uno dei racconti, «Di­spla­ced», la mor­te è on­ni­pre­sen­te. La vo­ce nar­ran­ni­sta, te ri­cor­da co­me la scom­par­sa pa­ter­na ab­bia man­da­to in pez­zi la sua fa­mi­glia. Un te­ma, quel­lo del­la mor­te del pa­dre, che Ford (1944) ha già af­fron­ta­to nell’ope­ra pre­ce­den­te, il me­moir Tra lo­ro (2017), de­di­ca­to ai suoi ge­ni­to­ri: qui ap­pa­ri­va un lun­go ri­trat­to del pa­dre Par­ker, mor­to per at­tac­co car­dia­co nel 1960, po­chi gior­ni do­po il se­di­ce­si­mo com­plean­no di Ri­chard (Tra lo­ro è edi­to in Ita­lia da Fel­tri­nel­li e ha vin­to la Clas­si­fi­ca di Qua­li­tà de «la Let­tu­ra» nel 2017).

Tra i racconti di Sor­ry For Your Trou­ble spic­ca la no­vel­la «The Run of Your­self», uno dei te­sti più lun­ghi del­la rac­col­ta. Lo sguar­do del pro­ta­go

da po­co vedovo, ri­per­cor­re i mo­men­ti che han­no pre­ce­du­to la len­ta mor­te del­la mo­glie, ma­la­ta di can­cro. An­che il per­so­nag­gio prin­ci­pa­le di «Jim­my Green-1992» si tro­va ad af­fron­ta­re, do­po un di­vor­zio ina­spet­ta­to, il vuo­to la­scia­to dal­la com­pa­gna di sem­pre. Coin­vol­to in una ris­sa in un bar, arriva al­la con­clu­sio­ne che la vi­ta è una col­le­zio­ne di di­sil­lu­sio­ni.

Ford, Pu­li­tzer per la nar­ra­ti­va con Il gior­no dell’in­di­pen­den­za (1995, sem­pre Fel­tri­nel­li), met­te in sce­na per­so­ne nor­ma­li, al­le pre­se con le dif­fi­col­tà di tut­ti i gior­ni. In «Se­cond Lan­gua­ge» il pro­ta­go­ni­sta Jo­na­than, un qua­si ses­san­ten­ne al suo se­con­do ma­tri­mo­nio, ri­cor­da quan­to è sta­to fe­li­ce un tem­po, an­che se non sa spie­ga­re il per­ché di quel­la fe­li­ci­tà ma rie­sce sol­tan­to a vi­ver­la den­tro di sé.

 ??  ?? Ri­chard Ford al «Cor­rie­re» (Lapresse)
Ri­chard Ford al «Cor­rie­re» (Lapresse)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy