Corriere della Sera

Pro­fi­las­si Do­nald: mix di an­ti­cor­pi e il far­ma­co usa­to per i me­dio-gra­vi

Età e pe­so ele­va­to i fat­to­ri di ri­schio

- di Cri­sti­na Mar­ro­ne Health · Pharmaceutical Industry · Medicine · Industries · Donald Trump · Trump family · United States of America · Washington · Washington · U.S. Food and Drug Administration · Catania · Walter Reed

Età (74 an­ni), pe­so ec­ces­si­vo e ses­so ma­schi­le (gli uo­mi­ni pro­du­co­no una ri­spo­sta im­mu­ni­ta­ria a Sars-CoV-2 più de­bo­le) fan­no di Do­nald Trump un pa­zien­te a ri­schio per­ché po­treb­be svi­lup­pa­re com­pli­can­ze più se­rie a cau­sa dell’in­fe­zio­ne al nuo­vo co­ro­na­vi­rus. Ne­gli Sta­ti Uni­ti 8 de­ces­si su 10 han­no coin­vol­to over 65en­ni e a 75 an­ni un pa­zien­te su 25 non su­pe­ra la ma­lat­tia. Gli obe­si che con­trag­go­no Co­vid-19 (Trump pe­sa 111 chi­li ed è al­to un me­tro e 90 ed è mo­de­ra­ta­men­te obe­so) han­no il 74% in più di pro­ba­bi­li­tà di fi­ni­re in te­ra­pia in­ten­si­va ri­spet­to ai sog­get­ti nor­mo­pe­so. Dal­la sua par­te il pre­si­den­te ha che sa­rà cu­ra­to nel mi­glior mo­do pos­si­bi­le.

An­ti­cor­pi e far­ma­ci

Trump è ri­co­ve­ra­to con feb­bre (poi ca­la­ta), tos­se e con­ge­tut­to stio­ne na­sa­le al Wal­ter Reed Na­tio­nal Me­di­cal Cen­ter di Washington da ve­ner­dì. Gli è sta­to pri­ma som­mi­ni­stra­to in un’uni­ca do­se da 8 gram­mi un far­ma­co in via di spe­ri­men­ta­zio­ne ba­sa­to su un cock­tail di due an­ti­cor­pi mo­no­clo­na­li, il Re­gn-CoV pro­dot­to dal­la Re­ge­ne­ron, in gra­do di ri­dur­re i li­vel­li di ca­ri­ca vi­ra­le e i sin­to­mi. È sta­to uti­liz­za­to «per uso com­pas­sio­ne­vo­le»: su ri­chie­sta dei me­di­ci di Trump è sta­to con­ces­so l’ac­ces­so al trat­ta­men­to an­co­ra al­lo stu­dio al di fuo­ri del­la spe­ri­men­ta­zio­ne cli­ni­ca. Co­me te­ra­pia di sup­por­to Trump ha as­sun­to an­che zin­co, vi­ta­mi­na D, fa­mo­ti­di­ne (far­ma­co ge­ne­ri­co per il bru­cio­re di sto­ma­co), me­la­to­ni­na e un’aspi­ri­na al gior­no co­me ri­fe­ri­to dal suo me­di­co per­so­na­le Sean P. Con­ley.

La me­di­ci­na per i gra­vi

Poi è sta­to de­ci­so di pro­ce­de­re con la som­mi­ni­stra­zio­ne dell’an­ti­vi­ra­le Re­m­de­si­vir, far­ma­co spe­ri­men­ta­le na­to in chia­ve an­ti Ebo­la che ha ri­ce­vu­to l’ap­pro­va­zio­ne per l’uso di emer­gen­za dal­la Food and Drug Ad­mi­ni­stra­tion. Que­sto far­ma­co è in­di­ca­to so­lo per pa­zien­ti in con­di­zio­ni me­dio gra­vi che ne­ces­si­ta­no di sup­por­to re­spi­ra­to­rio. Se dav­ve­ro il pre­si­den­te de­gli Sta­ti Uni­ti non è sot­to os­si­ge­no­te­ra­pia co­me ri­ba­di­to più vol­te dal suo staff me­di­co, è pro­ba­bi­le che il me­di­ci­na­le sia sta­to som­mi­ni­stra­to con cri­te­ri off-la­bel (fuo­ri dal­le in­di­ca­zio­ni te­ra­peu­ti­che au­to­riz­za­te).

La spe­ri­men­ta­zio­ne

Se del Re­m­de­si­vir sen­tia­mo par­la­re da me­si, il Re­gn-CoV2, pro­dot­to di bio­tec­no­lo­gie, è una no­vi­tà di que­sti gior­ni per­ché so­no sta­ti ap­pe­na pub­bli­ca­ti i ri­sul­ta­ti di uno stu­dio sui pri­mi 275 pa­zien­ti. È emer­so che i sin­to­mi del Co­vid-19 si so­no ri­sol­ti in me­dia fra i 6-8 gior­ni in chi ha ri­ce­vu­to il cock­tail di an­ti­cor­pi, ri­spet­to ai 13 gior­ni di chi ave­va ri­ce­vu­to il pla­ce­bo. «I due far­ma­ci so­no tra lo­ro com­pa­ti­bi­li», pre­ci­sa Fi­lip­po Dra­go, pro­fes­so­re or­di­na­rio di Far­ma­co­lo­gia e di­ret­to­re dell’Uni­tà ope­ra­ti­va di Far­ma­co­lo­gia cli­ni­ca al Po­li­cli­ni­co di Catania. «Il cock­tail di an­ti­cor­pi Re­gn-CoV2 agi­sce at­tac­can­do il vi­rus men­tre è in cir­co­lo ed è in­di­ca­to in una fa­se pre­co­ce del­la ma­lat­tia men­tre il Re­m­de­si­vir im­pe­di­sce al vi­rus di pe­ne­tra­re nel­le cel­lu­le e di re­pli­car­si».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy