Corriere della Sera

Il giro del mondo di Pordenonel­egge

-

Si è conclusa ieri la ventiduesi­ma edizione di Pordenonel­egge. Il bilancio del presidente della fondazione che organizza la rassegna, Michelange­lo Agrusti, e del direttore artistico Gian Mario Villalta parla di circa 25 mila presenze al festival che quest’anno ha visto dieci città coinvolte in un cartellone di 250 eventi con 500 protagonis­ti. «Un risultato che va oltre le più rosee aspettativ­e» per Agrusti. Migliaia di visualizza­zioni anche degli incontri trasmessi online da PNlegge TV. Il festival, prosegue il presidente Agrusti, «sta facendo il giro del mondo grazie alla sinergia degli Istituti italiani di cultura, ben 43 sedi, fra cui Sydney, Pechino, Hong Kong, Addis Abeba, Berlino, che hanno rilanciato i nostri eventi».

Gli organizzat­ori anticipano per il prossimo anno l’idea di allargare ulteriorme­nte gli orizzonti, non solo in Italia: «L’edizione 2022 sarà senz’altro ampia ed estesa come quella che si è appena conclusa — spiega Agrusti — e ripartirà dalle sedi toccate quest’anno. Certamente le città di Trieste e Lignano faranno parte del cartellone, e le geografie del festival potranno ulteriorme­nte estendersi. Sappiamo che l’Europa ha moltissima voglia dell’Italia che produce cultura». Fra gli incontri dell’ultimo giorno, quello con il maestro del disegno Milo Manara che ha raccontato di come la pandemia gli abbia fatto scoprire «le illimitate potenziali­tà dei social». (damiano fedeli)

 ??  ?? Lo pneumatico simbolo di Pordenonel­egge 2021: da pneuma, ossia respiro, soffio vitale
Lo pneumatico simbolo di Pordenonel­egge 2021: da pneuma, ossia respiro, soffio vitale

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy