Corriere della Sera

«Appena sveglia nella mia camera ho pianto di gioia So che papà sarebbe contento»

- A.Laf.

Il Festival di Sanremo edizione 74 lo vince... Cosa ha pensato quando Amadeus ha pronunciat­o il suo nome, «Angelina Mango».

«Ho sentito male? Nei miei progetti non era contemplat­a la vittoria. Già non ci credevo quando mi sono vista nella lista dei concorrent­i... Sono riuscita a vivermi ogni momento senza troppe aspettativ­e e troppe tensioni. Ho vissuto la settimana più bella della mia vita. Tornando all’annuncio, per fortuna ho reagito in fretta, ho i riflessi pronti».

Quando ha realizzato?

«In mattinata, quando mi sono svegliata nella mia camera ho pensato che fosse stato tutto un sogno. Poi ho capito che era accaduto veramente e mi sono commossa. Ho pianto. Una volta che sono uscita dall’albergo con le persone che mi accoglieva­no è stato bello. La vittoria è quella, non un premio, non una classifica».

Felice di aver vinto. Felice anche di essere la prima donna dopo dieci anni, l’ultima fu Arisa nel 2014 con «Controvent­o»?

«Certo. Sono onorata di rappresent­are una vittoria al femminile dopo tanto tempo. Anche perché il mio team di lavoro è tutto al femminile. Mi piace l’idea di avere procurato una svolta a questa abitudine».

Nella musica italiana ci sono ancora poche donne però. Nella top 100 degli album dello scorso anno ce n’erano solo nove...

«Non saprei... Vedo tante artiste fortissime, ho condiviso il palco con delle donne libere. E questa tendenza non può che andare avanti, indietro non si torna».

Nella serata cover di venerdì ha portato «La rondine», una canzone di suo padre scomparso nel 2014.

«Ho cercato di fare un omaggio in maniera rispettosa: volevo che uscissero la canzone e il ricordo ancora più di me. Ho sentito l’amore del pubblico, vedere la platea in piedi e tutti quei cartelloni mi ha reso fiera di me e ha reso fiera anche la mia famiglia».

Ha spesso ricordato il senso della famiglia. Che vi siete dette con mamma?

d

La mamma non era con me subito dopo la proclamazi­one: ci siamo fatte una videochiam­ata ma non riuscivamo a parlare

«Era a Sanremo con me, ma non eravamo insieme subito dopo la proclamazi­one. Ci siamo fatte una videochiam­ata. Non riuscivamo a parlare perché eravamo sconvolte e lo siamo ancora. È stata una chiamata senza parole per entrambe, ci siamo parlate con gli occhi. Emozionant­e».

Che direbbe invece papà?

«Io sono una persona educata e gentile, credo che lui sarebbe contento di questo».

Lei arriva da «Amici», il talent di Maria De Filippi. Che ruolo ha avuto?

«Mi ha aiutato a mettere la priorità sulla musica. È stata una grande scuola e Maria mi ha fatto guardare in faccia le mie paure per superarle».

Rappresent­erà l’Italia all’Eurovision Song Contest di maggio a Malmö. Porterà «La noia» o un altro brano? Si vedrebbe anche a cantare in inglese in futuro?

«Porterò la canzone di Sanremo. Per il futuro non escludo nulla. La musica è libera e ho già cantato in diverse lingue».

 ?? ?? Voce Angelina Mango (22 anni), vincitrice di Sanremo 2024 con il brano «La noia»
Voce Angelina Mango (22 anni), vincitrice di Sanremo 2024 con il brano «La noia»
 ?? ??
 ?? ??
 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy