Corriere della Sera

Paolo sbranato da tre rottweiler «Era nel parco a passeggiar­e»

Roma, aveva 39 anni. I cani usciti da un cancello. Il padrone: non davano problemi

- Rinaldo Frignani

«Mio fratello Paolo aveva un dolore al nervo sciatico e il medico gli aveva consigliat­o di fare lunghe passeggiat­e. L’ho sentito per telefono mentre stava andando al parco. Non potevo immaginare che non l’avrei più rivisto...». Priscilla Pasqualini trattiene a fatica le lacrime dall’altra parte del cancello di casa alle porte di Manziana, a nord di Roma. I carabinier­i della compagnia di Bracciano hanno da poco comunicato a lei e alla madre che l’uomo sbranato da tre rottweiler nel parco di Macchia Grande è proprio il loro congiunto: Paolo Pasqualini, 39 anni, capo reparto del supermerca­to Esselunga di Centocelle, nella Capitale, e studente di Scienze motorie. Una morte orribile, alle 8.30 di ieri, poco dopo uno dei cancelli all’area verde protetta, gestita in parte dal comune della cittadina a due passi dal lago di Bracciano e in parte dell’Università agraria di Manziana, che cura anche il pascolo brado di alcune specie di animali domestici, con la collaboraz­ione di allevatori e pastori. Nessuno poteva però pensare che tre rottweiler potessero fuggire dal terreno di una villa confinante proprio con il bosco, frequentat­o ogni giorno da runner, famigliole, appassiona­ti di mountain bike. Poteva accadere a chiunque. All’improvviso, per motivi da chiarire, il branco di molossoidi è saltato addosso a Pasqualini che, in maglietta e calzoncini, stava seguendo le indicazion­i del suo medico. Non ha avuto scampo.

«Ho sentito le grida, sono corso subito. I cani gli stavano ancora addosso, erano impazziti. Hanno cercato di aggredire anche me: mi sono salvato perché li ho minacciati agitando un bastone», ha raccontato un allevatore che abita nelle vicinanze. Anche una donna ha assistito allo scempio: Pasqualini ha tentato di fuggire terrorizza­to, poi si è difeso alzando mani e braccia, trovate martoriate dai morsi, così come volto e collo. È morto poco dopo, in una pozzangher­a sul sentiero dove era stato circondato dai rottweiler, prima dell’arrivo dell’ambulanza e dei carabinier­i. I cani sono rimasti ancora lì per qualche minuto — non si esclude perché c’erano già stati e considerav­ano quei cespugli il loro territorio —, poi dopo aver capito che sarebbero stati catturati, si sono allontanat­i insieme nella boscaglia. Carabinier­i, veterinari, guardiapar­co, vigili urbani e volontari della Protezione civile hanno organizzat­o una maxi battuta nel timore che potessero aggredire altre persone. Una corsa contro il tempo conclusa tre ore più tardi, quando i cani sono stati individuat­i, immobilizz­ati con un laccio e narcotizza­ti: ora sono nel Centro cinofilo del lago di Bracciano. Sotto sequestro in attesa delle decisioni della Procura di Civitavecc­hia, che oggi riceverà la relazione dei carabinier­i. Sotto inchiesta potrebbero finire il padrone dei cani, di 43 anni, P.P., appassiona­to di rottweiler, residente nel viterbese, e l’ex moglie, di 40, G.M., proprietar­ia del terreno dal quale gli animali sono riusciti a fuggire, passando forse da un buco nella recinzione o dal precario cancello principale. «Non hanno mai dato problemi, sono mansueti. Comunque non c’ero, non so cosa è successo: quando mi hanno chiamato sono corso subito», ha spiegato l’uomo ai carabinier­i. Nel caso il pm non dovesse ritenere idonee le misure di contenimen­to adottate per impedire ai rottweiler di uscire dal terreno, per lui e l’ex potrebbe scattare l’accusa di omicidio colposo in concorso.

Il testimone

«Ho sentito le sue grida, hanno cercato di aggredire anche me ma avevo un bastone»

 ?? ??
 ?? (sopra) ?? Il luogo Il cortile e il cancello divelto, con il cartello di un rottweiler: è da lì che sono usciti i tre cani che hanno azzannato e ucciso Paolo Pasqualini
(sopra) Il luogo Il cortile e il cancello divelto, con il cartello di un rottweiler: è da lì che sono usciti i tre cani che hanno azzannato e ucciso Paolo Pasqualini
 ?? ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy