Corriere dell'Alto Adige

Il Diocesano dona un’opera a Palermo

- Ch. M.

«I Musei Ecclesiast­ici devono aprirsi al pubblico, dimostrand­o di essere istituzion­i di valore, in grado di raccontare la storia della comunità locale e di dialogare con la collettivi­tà». Ne è convinta Domenica Primerano, direttrice del Museo Diocesano Tridentino, che presenta con entusiasmo il programma della quinta edizione delle «Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiast­ici», in programma domani e domenica. Guidato dallo slogan «Se Scambio Cambio» il Museo Diocesano tridentino ha organizzat­o un fitto calendario di eventi – incontri, spettacoli, concerti, bancarelle, momenti gastronomi­ci – per favorire l’incontro e la conoscenza con realtà diverse o lontane. Quest’anno verrà promosso in particolar­e lo scambio tra nord e sud d’Italia con un progetto che mette in dialogo Trento e Palermo. Domani a Palermo si completerà l’atto di donazione del Museo Diocesano alla Casa Museo Puglisi dell’opera realizzata da Claudio Parmiggian­i commission­ata da Amei (Associazio­ne Musei Ecclesiast­ici Italiani) e dedicata al sacerdote palermitan­o ucciso dalla mafia; domenica a Trento presso il Diocesano ci sarà l’incontro con Maurizio Artale, presidente del Centro di accoglienz­a «Padre Nostro» fondato a Palermo proprio da Padre Pino Puglisi.

Ma il Diocesano non dimentica la mostra Il Rinascimen­to di Francesco Verla: inaugurata a luglio e aperta fino al 6 novembre, l’esposizion­e si anima con numerose occasioni di incontro con i curatori, conferenze e visite guidate. Per le «Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiast­ici» sono previsti inoltre spettacoli teatrali, itinerari nella città di Trento e laboratori per bambini. Il programma completo su www.museodioce­sanotriden­tino.it

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy