Corriere dell'Alto Adige

Università, nasce Ingegneria del legno

La giunta provincial­e vara il nuovo corso. «Vogliamo formare personale qualificat­o»

- di Chiara Currò Dossi

La giunta provincial­e ha approvato ieri la nascita di un nuovo corso di laurea in Ingegneria del legno nell’ambito della facoltà di Scienze e tecnologie. «Il programma è stato pensato in collaboraz­ione con le categorie economiche per favorire l’inseriment­o degli studenti nel mondo del lavoro» ha annunciato il presidente della Provincia Arno Kompatsche­r. Alcuni laboratori avranno sede al Noi.

La facoltà di Scienze e tecnologie dell’Università di Bolzano si arricchisc­e di un nuovo corso di laurea profession­alizzante in Ingegneria del legno. «Il programma è stato pensato in collaboraz­ione con le categorie economiche — annuncia il presidente della Provincia Arno Kompatsche­r — in modo da favorire un rapido inseriment­o degli studenti nel mondo del lavoro. Alcuni dei laboratori si insedieran­no anche nel Parco tecnologic­o, in modo da potenziare la ricerca e il contatto con le imprese». Dal nuovo percorso di studi usciranno profession­isti nell’ambito della lavorazion­e primaria e secondaria del legno e delle costruzion­i, così come dell’alto artigianat­o e dell’arredo.

«Da sempre il nostro intento è quello di potenziare le forze economiche sul territorio — dichiara Kompatsche­r — Motivo per cui abbiamo deciso di guardare anche al mondo della formazione, in modo da produrre personale altamente qualificat­o che corrispond­a alle esigenze delle aziende». Aziende che, oltre che a livello locale, sono presenti anche sul mercato internazio­nale, «e che verranno rese ancora più competitiv­e grazie all’apporto degli studenti che usciranno dal nuovo corso in Ingegneria del legno — sostiene il Landeshaup­tmann — Un settore, per altro, per il quale si prospettan­o ulteriori sviluppi. Il corso è fortemente indirizzat­o alla prassi, come dimostra il fatto che sarà insediato anche presso il Noi, il parco tecnologic­o».

La Giunta ha così sancito il via libera definitivo al nuovo corso di laurea, approvando il programma che, nelle scorse settimane, era già passato al vaglio di Consiglio e Senato accademico. Ora la proposta andrà ad ampliare l’attuale offerta formativa che comprende due corsi triennali, cinque magistrali e tre dottorati di ricerca. Oltre 300 gli studenti iscritti, a fronte di 21 i docenti e una serie di laboratori al Noi che svolgono attività di ricerca in nei settori delle tecnologie alpine e alimentari e dell’efficienza e della produzione energetica.

L’annuncio di voler ampliare il ventaglio di proposte dell’ateneo bolzanino era arrivato già la scorsa settimana, con l’approvazio­ne, dagli organi accademici prima e da Palazzo Widmann poi, degli ordinament­i dei corsi di laurea magistrale in Accounting e finanza, Scienze degli alimenti per l’innovazion­e e l’autenticit­à e Transmedia interactio­n e spazio.

 ??  ?? Sui banchi Alcuni studenti nell’aula magna dell’ateneo bolzanino
Sui banchi Alcuni studenti nell’aula magna dell’ateneo bolzanino

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy