Corriere dell'Alto Adige

Regolament­o del verde, lite sul rinvio

Lorenzini insiste, il sindaco sbotta e lascia la giunta. Convocati i partiti

- Carmelo Salvo

BOLZANO Lite, ieri in giunta comunale, tra Renzo Caramaschi e Maria Laura Lorenzini. Oggetto di un furioso battibecco il «regolament­o del verde della città» che l’assessora voleva fosse approvato e che, invece, il sindaco, ha deciso, come richiesto anche dal vicesindac­o Luis Walcher e, quindi, dalla Svp, di rimandare ad un nuovo esame della maggioranz­a, prima della presentazi­one in consiglio.

Su quanto accaduto, con il sindaco che sarebbe uscito dalla stanza di giunta infuriato, per poi comunque farvi ritorno, Lorenzini preferisce glissare. «Comunque va bene così, anche se lo abbiamo approfondi­to tantissimo. Preferisco non parlare di questa nuova richiesta di approfondi­mento, sebbene gli uffici avessero fatto un buon lavoro condiviso da tre commission­i ambiente e una dei lavori pubblici. Adesso andiamo a spiegarlo alla maggioranz­a e va bene così».

Nel merito del provvedime­nto, l’assessora mostra più disponibil­ità e meno arrabbiatu­ra per quanto accaduto in giunta. «A Bolzano — spiega — non avevamo ancora un regolament­o del verde di cui, invece, sono dotati quasi tutti i capoluoghi. Questo strumento raccoglie le buone pratiche che servono a proteggere il verde pubblico. Per esempio la manutenzio­ne, o le potature». Nel testo, inoltre, è prevista la protezione degli alberi, sia rispetto ai cantieri, sia rispetto a quando si devono abbattere. «La novità più grossa — aggiunge Lorenzini — è il Comitato del verde dove ci sono tre figure perse dai Lavori pubblici, dalla Mobilità e dalla Giardineri­a. I progetti verranno esaminati prima che vadano in commission­e edilizia per trovare alternativ­e agli abbattimen­ti».

Sempre in tema di verde, la giunta ha poi espresso parere favorevole alla modifica del piano paesaggist­ico sovracomun­ale Monte di MonticoloM­onte di Mezzo e di quello di Appiano per lo spostament­o di una zona agricola di circa 9.000 metri quadri verso il bosco nelle vicinanze del confine tra i due comuni.

Lo strumento

Il testo prevede una serie di regole e un comitato ad hoc per tutelare piante e parchi

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy