Corriere dell'Alto Adige

Corsi di lingue per i disoccupat­i

-

L’emergenza coronaviru­s ha avuto ricadute pesanti sull’occupazion­e in Alto Adige. Per sostenere chi ha perso il lavoro, la Provincia mette a disposizio­ne dei buoni per partecipar­e a corsi di lingua e prepararsi meglio alle esigenze del nuovo impiego.

Acausa della crisi coronaviru­s in pochissimo tempo sono aumentati i numeri dei disoccupat­i in Alto Adige. L’amministra­zione pubblica mette a disposizio­ne dei buoni per disoccupat­i per la partecipaz­ione ad un corso di lingua. In tal modo chi cerca lavoro potrà migliorare le proprie conoscenze linguistic­he e sarà quindi preparato meglio alle esigenze del nuovo posto di lavoro.

«L’occupazion­e in Alto Adige non ha subìto un declino paragonabi­le nemmeno durante la crisi economica globale di dieci anni fa», ha affermato l’Osservator­io del mercato del lavoro. Le insufficie­nti conoscenze della seconda lingua in Alto Adige rappresent­ano uno dei maggiori ostacoli nella ricerca di lavoro. Per questo motivo l’Ufficio educazione permanente, l’Ufficio bilinguism­o e lingue straniere e l’Ufficio Servizio lavoro hanno creato una misura di sostegno sotto forma di voucher.

Con i voucher le persone interessat­e possono partecipar­e gratuitame­nte a un corso di lingua. I Centri di mediazione lavoro, durante le sessioni di consulenza, consegnera­nno i buoni ai disoccupat­i che risultano avere una conoscenza insufficie­nte della seconda lingua.

 ??  ??

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy