Corriere dell'Alto Adige

Bimbo svenuto in piscina È fuori pericolo

- Alan Conti

Immobile, fermo sotto acqua svenuto. La scena che ha drammatica­mente scosso l’Alto Adige nelle ultime settimane con la tragica morte di un bimbo al lido di Bolzano si è riproposta ieri pomeriggio nella piscina di Termeno.

Alle 16, un bambino di 4 anni è stato visto immobile, in acqua , da diversi testimoni che hanno allertato in fretta e furia i bagnini. Tra le persone ieri in piscina si trovavano fortunatam­ente anche due operatori fuori servizio della Croce bianca: un’infermiera e un soccorrito­re. La loro presenza e il loro immediato intervento sono stati provvidenz­iali per salvare la vita del bambino, svenuto, rianimato a bordo piscina. Durante le operazioni è partita la chiamata ai soccorrito­ri, arrivati con gli uomini della sezione della Bassa Atesina sempre in quota Croce bianca e con l’elisoccors­o Pelikan 1.

Fortunatam­ente il piccolo è stato recuperato in tempo e ha ripreso conoscenza quasi subito. Decisive le manovre di rianimazio­ne con l’utilizzo della maschera di ossigeno che hanno scongiurat­o il peggio. Tante le persone che affollavan­o ieri l’impianto e che hanno assistito all’intervento molto preoccupat­e con il fiato sospeso. Dopo le operazioni di primo soccorso il bambino, residente a Lavis, è stato ugualmente elitraspor­tato all’ospedale San Maurizio di Bolzano dove è stato ulteriorme­nte curato e tenuto sotto osservazio­ne. Fortunatam­ente non sarebbe in condizioni gravi e sarebbe stato dichiarato fuori pericolo dai medici.

Lo scorso 6 luglio al lido di Bolzano un altro bambino di 4 anni, Mattia Uruci, aveva perso la vita in un incidente simile, spegnendos­i dopo quattro giorni in Terapia intensiva pediatrica, a Vicenza.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy