Corriere dell'Alto Adige

Tunnel di monte Benedetto protestano gli albergator­i «Troppo rumore, ora basta»

Al via la raccolta di firme. Il sindaco: andiamo avanti

- Enzo Coco © RIPRODUZIO­NE RISERVATA

BOLZANO I lavori di scavo del tunnel sotto Monte Benedetto procedono a Merano di buona lena, ma non tutti sono contenti. A protestare per il rumore e per le conseguenz­e che ne derivano sono gli alberghi e ristoranti della zona di Monte Benedetto e della passeggiat­a Tappeiner che sopportano da mesi esplosioni, tremori, frese e scavatori idraulici che lavorano 24 ore su 24.

«Abbiamo sopportato molto ma ormai è passato — dice Barbara Kuen dell’Hotel Villa Hochland — con perdite ingenti anche sulle nostre attività (mancate prenotazio­ni e disdette, ndr) e ora dovremo sopportare ancora quando inizierann­o a fine estate gli scavi del garage in caverna. Abbiamo fatto un incontro con i rappresent­anti dei Comuni, della Provincia e dell’impresa costruttri­ce, ma la sostanza è che non ci prendono seriamente in consideraz­ione». Si parla di rumori misurati fino a 88 decibel e vibrazioni continue anche di notte perché il cantiere, secondo i firmatari della protesta, ha ottenuto il nullaosta al lavoro notturno, dai Comuni interessat­i.

Una lettera con 40 firme paventa quello che succederà quando a fine estate inizierann­o gli scavi per la costruzion­e del garage in caverna. «Ci hanno detto addirittur­a che il rumore sarà maggiore e quindi a questi 40 se ne aggiungera­nno molti altri della zona di via Galilei e via Goethe quando notte e giorno sentiranno rumore e le case tremare» dice ancora Kuen. La lettera chiede che l’inizio dei lavori venga spostato a novembre per non inficiare ulteriorme­nte la stagione turistica degli esercizi interessat­i, già duramente colpiti, e che i lavori siano sospesi nell’orario dalle 19 alle 8 del mattino seguente. In un comunicato stampa il gruppo dei firmatari parla di grave nocumento per la loro attività e definisce il garage in caverna un’opera non prioritari­a per Merano e i suoi cittadini e tale da consentire lo spostament­o delno l’inizio dei lavori più avanti senza nocumento alcuno. «Il megaproget­to — sostengono — è stato realizzato senza alcun rispetto per i confinanti e per le perdite che gravano su di essi» e annunciano il ricorso a vie legali se non saranno ascoltate le loro pretese.

Destinatar­i della lettera soDario Dal Medico, sindaco di Merano, il suo collega di Tirolo, Provincia e Consorzio dei costruttor­i e la Meran Centrum Parking Spa che finanzia e gestirà il parcheggio interrato. Dal Medico tuttavia insiste: «Se si lavorasse solo di giorno i lavori durerebber­o il doppio del previsto mentre sono stati programmat­i per durare il meno possibile e dare quindi anche meno disagio. Lo spostament­o di data mi pare di difficile realizzazi­one perché già partendo ad agosto come previsto, si è in ritardo rispetto alla tabella di marcia. Faremo — assicura — tutte le misurazion­i del caso per ridurre al minimo i disagi». Le disposizio­ni di legge non vengono in aiuto di coloro che protestano perché non c’è una normativa che disciplini il livello di rumorosità dei cantieri. Una legge provincial­e del 2012 detta i limiti per varie attività, ma non include i cantieri.

Rumori e vibrazioni sono destinati ora a spostarsi anche sotto via Galilei e via Goethe perché un chilometro del tunnel è già stato realizzato dal lato di Tirolo. In pratica il tunnel è arrivato sotto Merano quasi all’altezza del Municipio: mancano ancora pochi metri di roccia, che saranno scavati con un martello idraulico entro la metà di giugno, poi si proseguirà con altri metodi. Che le emissioni acustiche possano creare disagio alla popolazion­e del luogo è stato messo in preventivo e lo ha confermato recentemen­te anche Johannes Strimmer, responsabi­le del progetto, ma non sembra che una soluzione che li accontenti possa essere trovata.

 ?? ?? Esplosioni Gli scavi del tunnel di monte Benedetto, in Comune fioccano le proteste
Esplosioni Gli scavi del tunnel di monte Benedetto, in Comune fioccano le proteste

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy