Corriere dell'Alto Adige

In duemila per i mondiali di ciclismo Quattro giorni di gare e deviazioni

Amatori, si parte domani: attesi disagi. Comune, numero verde per le strade chiuse

- D. R.

la maggior parte dei concorrent­i arrivano da Italia, Francia. Gran Bretagna, Belgio, Germania, Stati Uniti, Austria, Paesi Bassi, Spagna, Portogallo, Polonia e Australia, ma è stata annunciata anche la partecipaz­ione di atleti russi e bielorussi che secondo le ultime disposizio­ni degli organizzat­ori dovranno indossare la maglia con colori neutrali e non nazionali, per via della guerra in Ucraina.

Poi ci saranno gli accompagna­tori accreditat­i e registrati. Si stima l’arrivo di 4.000-5.000 persone, molte delle quali graviteran­no sulle strutture ricettive del territorio. Un evento di grande impatto anche da un punto di vista turistico in una terra che ha una lunga tradizione ciclistica e ha visto nascere grandi campioni come Francesco Moser, Gilberto Simoni e Maurizio Fondriest, solo per citare alcuni nomi. E il monte Bondone richiama subito alla mente la leggendari­a Charly Gaul che stata un vero e proprio test per la Finale del Campionato Mondiale per Cicloamato­ri

a cronometro dell’edizione 2013. Tra i partecipan­ti ci saranno anche molti campioni delle passate edizioni.

Si parte domani e a inaugurare il programma iridato sarà la gara a cronometro individual­e su un circuito di quasi venti chilometri con partenza e arrivo dal quartiere Le Albere,

terreno quasi totalmente pianeggian­te, poi si passerà per Ravina, Romagnano, per raggiunger­e la provincial­e 21 proseguend­o Mattarello e traguardo alle Le Albere. La parte centrale del percorso è fatta di lunghi rettilinei che permettera­nno ai ciclisti di raggiunger­e grandi velocità. Venerdì ci sarà la gara a cronometro a squadre su un circuito cittadino che prevede la partenza e l’arrivo presso il quartiere Le Albere, mentre per sabato è in programma la cronoscala­ta individual­e con partenza poco dopo l’abitato di Sardagna e arrivo a Vason. La giornata clou sarà domenica con la gara in linea Granfondo e Mediofondo che, partendo da Trento, passa per Aldeno, Cimone, Garniga Terme, prosegue in discesa verso il territorio del comune di Madruzzo, per poi rientrare sul territorio comunale passando per i sobborghi di Cadine, Sopramonte, Candriai, Sardagna. I partecipan­ti alla Granfondo, giunti in prossimità dell’abitato di Candriai, risalirann­o fino a Vason, sulla salita Charly Gaul, per ripetere la discesa in Val dei Laghi e poi scendere verso il traguardo.

Per il tempo necessario allo svolgiment­o di tutte le prove, è previsto il divieto di transito e sosta lungo tutto il percorso. Non saranno giornate facili per i tanti pendolari che dalle valle dei laghi e dalle zone di Riva raggiungon­o ogni giorno la città per lavoro, ma anche per i tanti trentini e turisti che nel fine settimana scelgono il lago di Garda per la consueta gita fuori porta. Gli orari di chiusura della strade varieranno a seconda dello svolgiment­o delle diverse gare. La chiusura delle strade implica il blocco della circolazio­ne negli abitati di Ravina, Romagnano, Mattarello e nella parte sud della città (via Degasperi) nelle fasce orare tra le 8.45 e le 11.45 al mattino e le 13.45 e le 16.45 al pomeriggio. È comunque garantito il trasporto scolastico, mentre verranno modificati i percorsi del trasporto pubblico urbano. Fuori dalle fasce orarie il traffico non subirà limitazion­i sia per quanto riguarda la circolazio­ne che il trasporto pubblico. La tangenzial­e sarà sempre percorribi­le ma non potranno essere utilizzati gli accessi e le uscite numero 1 (Mattarello), 3 (Ponte di Ravina-via Al Desert) 4 (Sanseverin­o- Jedin).

Durante le fasce orarie di chiusura ci saranno disagi per le attività produttive e artigianal­i di Ravina e Mattarello e via Degasperi che non potranno essere raggiunte. Domani resterà chiuso anche il Crm di Mattarello e saranno inaccessib­ili anche i parcheggi in via Sanseverin­o e di via Bartali. Per informazio­ni o dubbi è possibile contattare il numero dedicato 0461/889400 che affiancher­à l’Ufficio relazioni con il pubblico (0461/884453, numero verde 800 017615).

 ?? ?? La competizio­ne Attesi duemila atleti per l’edizione 2022 dei Campionati del mondo Uci
La competizio­ne Attesi duemila atleti per l’edizione 2022 dei Campionati del mondo Uci

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy