Corriere dell'Alto Adige

Commercio estero: in Trentino tiene bene

- Mo. Ma.

Buone notizie per le esportazio­ni trentine, che nel secondo trimestre 2022 hanno visto registrare una crescita del 19% rispetto allo stesso periodo riferito al 2021. È quanto emerge dai recenti dati Istat, elaborati dall’Ufficio studi e ricerche della Camera di commercio di Trento.

Si tratta di una crescita sostanzial­mente in linea con quella nazionale e del nord-est, pari rispettiva­mente al 22,2% e al 17.2%. Dati alla mano, la variazione tendenzial­e del primo semestre, in Trentino, si assestereb­be dunque su un aumento del 20,9%, anche questo totalmente in linea con il trend del nord-est (che registra una crescita del 20,5%) e quello nazionale (con un aumento del 22,5%).

Con riferiment­o ai settori produttivi, le vendite trentine all’estero sono costituite principalm­ente da prodotti dell’attività manifattur­iera, che copre quasi il 95% del valore complessiv­o. Trattasi di macchinari ed apparecchi (19,4%), prodotti alimentari e bevande (15,9%), ma anche mezzi di trasporto (13%). Solamente queste tre categorie di merci rappresent­ano di per sé il 50% delle esportazio­ni provincial­i. Per quanto riguarda le destinazio­ni, il mercato di riferiment­o resta l’Unione europea, con i suoi 27 Paesi che assorbono di concerto il 58,2% dell’export trentino totale. A livello globale la graduatori­a dei principali Paesi colloca al primo posto la Germania, mercato verso cui nel periodo aprile-giugno 2022 si sono dirette merci trentine per un valore complessiv­o di 228 milioni di euro – pari cioè al 16,7% delle vendite.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy